Indice del post recupero crediti - la cessione pro soluto dei contratti di leasing

Le operazioni di cessione pro-soluto assumono sempre maggiore importanza nel panorama finanziario italiano e le imprese che fanno ricorso a questa tecnica sono ormai numerose. Le banche, di fatto, sono tra i principali fruitori di tale attività e ciò per finalità diverse. La funzione economica di un'operazione di tal genere consente, infatti, di superare alcune rigidità tipiche dell'intermediazione creditizia, permettendo al contempo di mantenere un elevato grado di competitività, economicità e controllo del rischio. In sintesi, l'interesse per la cessione pro-soluto si giustifica per alcuni vantaggi di carattere economico e finanziario che possono essere così sintetizzati: ottenimento di immediata [ ... leggi tutto » ]

Con riferimento alle società che operano nel campo del leasing, la cessione pro-soluto può riguardare sia i "crediti" (canoni scaduti e non pagati, nonché, eventualmente, la minusvalenza dopo il ritiro ed il ricollocamento dei cespiti), sia i "beni" già concessi in locazione finanziaria il cui contratto è stato oggetto di risoluzione. Sotto il profilo amministrativo, occorre sistemare contabilmente le eventuali “plusvalenze” e “minusvalenze” da ricollocamento, al fine di quantificare con esattezza l’importo del credito da cedere. Per quanto concerne le “plusvalenze”, saranno da imputare a deconto del credito per canoni scaduti, prima di formalizzare l’atto di cessione, mentre le [ ... leggi tutto » ]

I soggetti coinvolti nell'operazione di cessione pro-soluto sono i seguenti: cedente (venditore); cessionario (acquirente); società incaricata di eseguire la Due diligence (analisi legale, tecnica e commerciale delle singole posizioni oggetto di cessione). In caso di cessione del credito pro-soluto, la differenza tra il credito o il valore del bene iscritti in bilancio ed il prezzo incassato dalla cessione rappresenta una perdita deducibile, in quanto risulta da elementi certi (la vendita) e precisi (differenza tra il prezzo di vendita e valore del credito/bene). Per porre in essere un’operazione regolare e di difficile eccepibilità, anche da parte dell'amministrazione finanziaria, devono essere [ ... leggi tutto » ]

L'incarico per la esecuzione della Due diligence, finalizzata ad eseguire una analisi sulla recuperabilità delle partite da cedere e ad attribuire alle stesse un prezzo indicativo di cessione, sarà dato ad un soggetto: giuridicamente e professionalmente abilitato (per esempio, una società di recupero o direvisione iscritta all'Albo), che abbia le necessarie licenze ed abilitazioni professionali; che svolga tale attività realmente, ovvero che sia operativo per tutto l’anno. Per quanto riguarda la controparte cessionaria, la società dovrà: avere la forma di società di capitali, con capitale sociale pari ad almeno 500.000 €; essere iscritta all'U.I.C. e svolgere l’attività finanziaria in [ ... leggi tutto » ]

I contratti di leasing da cedere pro-soluto saranno selezionati tra quelli che hanno canoni morosi e che sono stati oggetto di intervento da parte di un service abilitato, il quale ha certificato l'inesigibilità mediante una relazione negativa. Individuati in tal modo i contratti, occorrerà aggiornare gli elementi di giudizio in nostro possesso (generalmente riferiti a vecchia data in quanto il rapporto fiduciario assistito con il leasing non è soggetto a revisione annuale) per escludere la convenienza ad attivare le azioni di recupero in via giudiziale. A tal fine è opportuno: o esaminare la CERVED per accertare l'esistenza di protesti [ ... leggi tutto » ]

Nel caso di cessione perfezionata mediante contratto registrato, l'adempimento della registrazione dovrà essere svolto entro il termine fisso di 20 giorni dalla data dell'atto, contro pagamento dell'imposta di registro che sarà commisurata al valore nominale delle partite cedute. La forma contrattuale dello scambio di corrispondenza, in genere preferita per la sua economicità, prevede invece le seguenti fasi: o predisposizione della lettera di proposta di cessione a cura del cedente, contenente l'elenco dei crediti ceduti, ed invio per l'acquisizione della data certa; o invio al cedente, da parte del cessionario, della lettera di accettazione della cessione pro-soluto; o compilazione e [ ... leggi tutto » ]

Devono essere segnalate alla Centrale dei Rischi le operazioni di cessione di credito, a società di cartolarizzazione (ex Legge numero 130/99) o ad altri soggetti, da parte di intermediari segnalanti. In particolare, l'intermediario cedente deve segnalare al nome del debitore ceduto un importo pari al debito di quest'ultimo, indipendentemente dal prezzo di cessione. Le segnalazioni sono dovute esclusivamente per il mese in cui è avvenuta la cessione. Se il cessionario è anch'esso un intermediario partecipante al servizio centralizzato dei rischi, deve segnalare il debitore ceduto nella pertinente categoria di censimento dell'operazione originaria, per un importo pari al debito del [ ... leggi tutto » ]

8 luglio 2013 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La cessione dei crediti pro soluto
Le operazioni di cessione pro soluto assumono sempre maggiore importanza nel panorama finanziario italiano e le imprese che fanno ricorso a questa tecnica sono ormai numerose. Le banche, di fatto, sono tra i principali fruitori di tale attività e ciò per finalità diverse. La funzione economica di un'operazione di tal ...
Crediti inesigibili e cessione pro soluto
COME NOTO, TUTTI I CREDITI CONCORRONO A FORMARE L'ATTIVO DEL BILANCIO - anche quelli che in realtà non vi concorrono per niente poichè sono inesigibili o considerati dubbi o persi. Poichè è chiaro che altrimenti il bilancio che li riporta nell'attivo non corrisponderebbe alla realtà, sarebbe falso - e ingannerebbe ...
Recupero crediti e cessione – il factoring
Il factoring è una figura negoziale di matrice anglosassone. Con questo termine, si vuole indicare un particolare tipo di contratto con il quale un soggetto (che si chiama cedente) si impegna a cedere tutti i crediti presenti e futuri scaturiti dalla propria attività imprenditoriale ad un altro soggetto (il factor) ...
Recupero crediti cessione e due diligence
Cosa è la Due Diligence Due Diligence, letteralmente definibile come "dovuta diligenza o "attenzione particolare" o "cura scrupolosa" o come ampliamente la definiscono gli anglosassoni "financial investigation", non è altro che un rapporto chiaro e dettagliato circa una fattispecie di crediti, fermo restando che si parli di Due Diligence in ...
Cessione crediti – La notifica al debitore
La cessione del credito, disciplinata dall'articolo 1260 del Codice Civile, è stata riformata dall'Autorità per la tutela della privacy mediante il provvedimento del 18 gennaio 2007. Più semplice è adesso la procedura di informativa da produrre in caso di cessione dei crediti. La funzione dell'informativa, in questo ambito, è di ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post recupero crediti - la cessione pro soluto dei contratti di leasing. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Recupero crediti - la cessione pro soluto dei contratti di leasing Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 8 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 23 luglio 2017 Classificato nella categoria cessione dei crediti Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca