Il defunto non lascia eredità essendo solo titolare dell'usufrutto dell'appartamento in cui viveva

A novembre 2009 muore il signor XY senza lasciare eredità, essendo titolare solo di usufrutto dell'appartamento in cui viveva (primo ed unico proprietario era il coniuge alla cui morte nel 1993, per testamento, nomina usufruttuario il marito e titolare della nuda proprietà uno degli eredi).

Perviene in questi giorni, da parte di una società recupero crediti, a mezzo di lettera libera intestata al sig XY, una richiesta di contatto per una definizione bonaria di un debito a carico dello stesso sig. XY risalente a circa 10 anni fa. La società scrivente, ovviamente, non è a conoscenza della morte dell'intestatario.

Queste le domande :
- è stato giusto non presentare domanda di successione? (è stato iscritto in catasto il solo consolidamento di usufrutto)
- gli eredi sono solidali con il debitore? Ed in particolare lo è il possessore della nuda proprietà dell'immobile in cui XY abitava e di cui era titolare solo di usufrutto?
- è consigliabile interagire con la società richiedente od ignorare la comunicazione?

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il defunto non lascia eredità essendo solo titolare dell'usufrutto dell'appartamento in cui viveva. Clicca qui.

Stai leggendo Il defunto non lascia eredità essendo solo titolare dell'usufrutto dell'appartamento in cui viveva Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 17 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria recupero crediti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca