Recupero crediti per debito consumit con carte revolving

Società di recupero crediti e debito non rimborsato per carte revolving

Dopo quasi 7 mesi stamani mi ha contattato una società di recupero crediti di Napoli riguardante il mio debito con la consumit: in poche parole nel 2009 ricevo una carta revolving con 3000 euro di fido.

Riesco a pagare sempre ogni mese le mie rate fino a gennaio 2010.

Perdendo il lavoro non sono stato più in grado di poter pagare le rate.

Mi arriva nel mese di maggio 2010 la lettera DBT (Decadenza Beneficio del Termine) che mi chiedeva la somma di 3700 euro comprensivi di interessi.

Da quel periodo mi avranno contattato avvocati, recupero crediti, lettere, raccomandate... tutto ciò fino a novembre dello scorso anno.

Stamani come detto prima mi richiama una recupero crediti dicendomi che il debito era arrivato a 5300 euro. Premetto che non lavoro sono nullatenente non risulto nemmeno più nello stato di famiglia...

Cosa aspettarmi? Poi il giorno che trovo lavoro vorrei rientrare nel mio debito, ma non tutti quei soldi.

Il problema si porrà, con il pignoramento dello stipendio, nel momento in cui lei dovesse trovare un'occupazione da lavoratore dipendente

Il problema si porrà, probabilmente, nel momento in cui lei dovesse trovare un'occupazione da lavoratore dipendente a tempo indeterminato o, comunque, con un contratto a termine di durata poliennale.

Se, realizzatosi l'evento auspicato, il creditore decidesse di adire l'Autorità Giudiziaria con un ricorso per decreto ingiuntivo e se il debitore presentasse opposizione al decreto ingiuntivo notificatogli (come è sempre buona cosa fare), i 5300 euro di oggi, che diventeranno presumibilmente i 10 mila euro (o 20 milioni di lire?) di domani, dovranno essere dettagliatamente ed analiticamente illustrati al giudice e alla difesa legale del debitore.

Non sarà allora facile giustificare al giudice e rendere conto delle contestazioni mosse sugli interessi usurari applicati (tenuto conto che quelli legali viaggiano intorno allo zero e quelli di mora al 2-3%) e sugli onorari da 500 euro addebitati per ogni contatto effettuato dall'addetto al recupero crediti da contact center, o per ogni comunicazione standard inviata dallo studio dell'azzeccagarbugli assoldato per l'incombenza di turno.

10 ottobre 2012 · Ornella De Bellis


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Carta revolving
Per chi è gia familiare con l'uso delle carte di credito, la carta revolving (o carta di debito) puó rappresentare una semplice evoluzione. Solitamente, con la carta di credito (Visa, Mastercard, American Express e cosi via) tutti gli acquisti effettuati nell'arco di un mese sono addebitati in un'unica somma, il ...
Carte revolving? » Un consiglio spassionato: evitatele!
Carte revolving: l'attuale crisi economica sta comportando un netto aumento dell'utilizzo di questa tipologia di carte di credito. Ma gli istituti di credito che concedono le carte revolving applicano interessi altissimi, spesso di poco inferiori al tasso soglia usura. E' bene sempre evitarne l'uso e conoscere lo strumento. Questo per ...
Carte revolving » il decalogo
La carta di credito revolving è uno strumento di pagamento alternativo al contante che permette di effettuare spese, nei limiti del fido accordato, rimborsabili ratealmente con l'addebito di interessi. La banca, una società finanziaria o un istituto di moneta elettronica mettono a disposizione del titolare una riserva di denaro (denominata ...
Recupero crediti epistolare scorretto – un altro esempio
La sempre crescente difficoltà di recuperare i crediti da parte dei services di recupero, porta alla necessità da parte loro di inventarsi metodi di recupero vieppiù "fantasiosi". Questo ne è l'ultimo esempio. Un avviso recapitato a mezzo corriere, e che lascia intendere di avere a che fare ad un problema ...
Carte revolving - dall'estinzione del rapporto non sono dovuti interessi e spese
Com'è noto, il credito revolving rappresenta una forma di finanziamento attraverso la messa a disposizione di una somma di denaro che il consumatore può utilizzare a sua discrezione con obbligo di restituzione della stessa, secondo un piano di rimborso prestabilito, pagando una determinata rata "minima" generalmente mensile. Tale importo è ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti per debito consumit con carte revolving. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero crediti per debito consumit con carte revolving Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 10 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca