Recupero bonario decreto ingiuntivo e pignoramento

Per saperne di più sul pignoramento usi la funzione “cerca” del blog in alto a destra.

La finanziaria non cede il credito ad una società di recupero, semplicemente gli dà incarico di recuperare in un lasso di tempo prestabilito.

Falliti i tentativi di recupero bonario, la finanziaria valuterà se avviare un’azione legale. Questa di solito si concretizza con un decreto ingiuntivo; se non viene fatta opposizione dopo 40 giorni il decreto diviene esecutivo, allora dopo aver emesso atto di precetto arriverà l’ufficiale giudiziario ad effettuare il pignoramento. Può essere fatto anche pignoramento verso terzi (per esempio conti correnti o stipendi).

Se i Suoi parenti non hanno prestato garanzia a Suo favore possono stare tranquilli.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il decreto ingiuntivo nel recupero crediti
Il decreto ingiuntivo può essere richiesto da chi sia creditore di una somma liquida di denaro o di beni fungibili, cioè che non siano un "pezzo" unico, anche per motivi affettivi (o che sia creditore di un determinato bene mobile). La richiesta viene rivolta ad un giudice (competente per materia, territorio ed ammontare) il quale -valutati i fatti esposti dal richiedente- emette ingiunzione di pagamento o di consegna. ...

Decreto ingiuntivo - termini per opposizione
L'opposizione al decreto ingiuntivo può essere fatta nello stesso ufficio da cui proviene il decreto, presentando atto di citazione da notificare al domicilio della controparte tramite ufficiale giudiziario che, a sua volta, deve notificare l'avviso dell'opposizione al cancelliere, perché lo annoti sull'originale del decreto. Ciò entro il termine fissato nel decreto, che di solito è di 40 giorni (analogo a quello ordinario per adempiere). Ci si può opporre per motivazioni di merito (debito già pagato o inesistente, cosa già consegnata, etc.) oppure, per vizi di notifica del decreto, con documentazione di quanto si sostiene. Nell'opporsi all'obbligo oggetto del decreto (pagare ...

Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, il creditore entro 90 giorni (se non vuole vedere andare in fumo anche i soldi ed il tempo spesi nell'ottenimento del decreto ingiuntivo) dovrà procedere, ad esempio, al pignoramento dello stipendio del debitore presso il datore di lavoro. Per fare una domanda agli esperti vai al forum ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero bonario decreto ingiuntivo e pignoramento. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero bonario decreto ingiuntivo e pignoramento Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 19 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • IDENTITY 24 Settembre 2010 at 15:41

    come si inseriscono le domande?

    • cocco bill 25 Settembre 2010 at 07:42

      Qui, evidentemente, è riuscito ad inserire la sua domanda.

      Se invece si riferiva la forum, nella parte individuata come “Domande e risposte” sceglie l’argomento:

      – debiti e sovraindebitamento
      – cartelle esattoriali
      – tasse
      – multe
      – mutui
      – isee

      e ci clicca sopra.

      A questo punto, entrato nella sezione che tratta l’argomento scelto, vedrà un bottone “Nuovo argomento”.

      Ci clicca sopra ed avrà a disposizione il pannello per inserire titolo, nick e testo del suo messaggio.

      Se non è iscritto dovrà anche inserire un codice di controllo che serve ad evitare l’inutile spam.

      Mi faccia sapere se incontra altre difficoltà.

      La saluto nella speranza di rileggerla nel forum.