Rc auto » Economizzare ereditando classi di merito inferiori

Indice dei contenuti dell'articolo


Come avere un notevole risparmio ereditando l'rc auto da un proprio familiare con una classe di merito inferiore

Se avete appena acquistato una quattro ruote e non volete sprecare soldi con un’assicurazione rc auto poco conveniente, c’è un modo per ottenere una classe di merito più bassa di quella d’ingresso, risparmiando così centinaia di euro sulla polizza.

La Legge 2 aprile 2007, numero 40 (volgarmente chiamata Legge Bersani), recita: L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica gia’ titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non puo’ assegnare al contratto una classe di merito piu’ sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo gia’ assicurato.

Grazie a questa legge è infatti possibile ereditare la classe rc auto di un familiare convivente: questa opportunità è riservata ai neopatentati e a chi si assicura per la prima volta.

In questi casi, di solito, si parte dalla quattordicesima classe di merito: grazie alla Bersani è possibile ottenere un classe inferiore e pagare di meno.

E' bene ricordare che la classe di merito può essere trasmessa solo tra veicoli della stessa categoria: per esempio, solo tra una automobile e un’altra automobile, tra un motociclo e un altro motociclo, e non già invece tra un’auto e una moto.

Inoltre, non si ereditano classi all'interno di aziende, né tra parenti ed azienda di famiglia.

Come fare per ottenere la classe di merito delle polizza RC auto di un proprio familiare in base alla legge Bersani

Comunque, a parte le belle parole utopiche, le compagnie assicurative, molte volte, oppongono una forte resistenza.

E' bene quindi, in caso di risposte negative, far rispettare la legge sull'rc auto.

Quindi, nel caso in cui non si disponesse, di una polizza assicurativa rc auto intestata a si sia acquistata un'auto nuova, il primo passo è quello di andare all'anagrafe e richiedere una copia dello stato di famiglia.

Successivamente bisogna far richiedere, al parente che convive con voi e ha la classe bonus malus più bassa, un attestato di rischio dal proprio assicuratore.

Inoltre, è buona norma portare con sè il libretto dell'automobile che si vuole assicurare.

Dopodiché, con questi documenti alla mano, bisogna recarsi in una compagnia assicurativa e presentando i documenti indicati (attestato di rischio, libretto dell'auto, e stato di famiglia), richiedere un preventivo per una polizza rc auto per la nuova vettura, chiarendo che come classe di bonus/malus, per la legge Bersani, si vuole quella del proprio familiare convivente.

Se la persona che avete di fronte è corretta non dirà una sillaba, e farà il preventivo.

In caso contrario andate da un altro assicuratore, anche se impuntandovi avreste senza dubbio ragione.

25 Luglio 2013 · Giovanni Napoletano