I tempi per ottenere il risarcimento

Nel risarcimento diretto, a seguito di richiesta di risarcimento, la tua impresa è obbligata a proporti un'offerta per il risarcimento, ovvero a comunicare i motivi per i quali non ritiene di fare offerta, entro il termine massimo di 60 giorni per i danni alle cose ed entro il termine massimo di 90 giorni in caso di lesioni o decesso del danneggiato.

Il termine di 60 giorni è ridotto a 30 quando entrambe le parti abbiano sottoscritto il modulo di constatazione amichevole di incidente (CAI o modulo blu), ai sensi dell'art. 148 del Codice delle Assicurazioni.

Gli stessi termini valgono anche per la procedura ordinaria e pertanto devono essere osservati dalla impresa di controparte alla quale tu hai fatto richiesta di risarcimento.

Se la tua richiesta di risarcimento è incompleta di qualche elemento essenziale, l'impresa è invece tenuta ad informarti entro 30 giorni, richiedendoti di fornire le informazioni integrative.

Una volta pervenuti all'impresa gli elementi essenziali che ti ha richiesto, riprendono a decorrere i termini per la formulazione/diniego dell'offerta risarcitoria.

Se dichiari di accettare la somma che ti viene offerta, la compagnia è tenuta ad effettuare il pagamento tassativamente entro i successivi 15 giorni.

1. Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore » Un utile prontuario a portata dei contraenti
2. Cos'è la rc auto
3. Cosa sono le garanzie accessorie
4. Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto
5. Diritti e doveri dell'assicurato
6. Da chi ti puoi assicurare
7. Quali sono gli intermediari assicurativi ai quali ti puoi rivolgere
8. I contratti stipulati via telefono o via internet
9. Quali sono i documenti che attestano l'assolvimento dell'obbligo di assicurazione
10. Quali sono le formule tariffarie rc auto
11. Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un contratto rc auto
12. Come si compone il premio rc auto
13. Cosa sono il massimale di garanzia la franchigia, l'esclusione e la rivalsa
14. Cos'è il bonus malus
15. Cos'è il periodo di osservazione
16. Com'è attribuita la responsabilità del sinistro
17. Come evolve la classe di merito
18. Quale è la durata di un contratto rc auto
19. 1.20 È possibile richiedere sconti sulla tariffa?
20. Come scegliere la copertura migliore per le tue esigenze
21. Come si conclude il contratto rc auto
22. Cos'è l'attestato di rischio
23. Quali sono gli obblighi del contraente in relazione all'attestato di rischio
24. Qual è il periodo di validità dell'attestato di rischio
25. Chi ha diritto di utilizzare l'attestato di rischio relativo a veicoli in leasing/noleggio a lungo termine
26. Come si rinnova un contratto rc auto
27. Come deve essere comunicata la variazione del premio
28. Quando si ha diritto alla restituzione del premio rc auto
29. Sospendere e riattivare la polizza rc auto
30. Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di ulteriore veicolo
31. Conservare la propria classe di merito in caso di sostituzione del veicolo.
32. Conservare la propria classe di merito in caso di sinistro
33. Denunciare un sinistro
34. Richiedere il risarcimento
35. I tempi per ottenere il risarcimento
36. Richiedere il risarcimento nel caso di incidenti stradali all'estero o con veicoli esteri
37. Accedere al proprio Fascicolo di sinistro
» Vai alla visualizzazione integrale dell'articolo (pagina singola)
» Vai all'indice delle sezioni dell'articolo
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca