Conservare la propria classe di merito in caso di sinistro

Qualora previsto, puoi conservare la classe di merito anche a seguito di sinistro o di sinistri risarciti dalla tua compagnia: le condizioni contrattuali generalmente prevedono la possibilità per l'assicurato di rimborsare alla compagnia l'importo dei sinistri con responsabilità principale del conducente, rientranti o meno nella procedura di risarcimento diretto, quando siano pagati a titolo definitivo nel corso del periodo di osservazione.

Ricorda che puoi esercitare tale facoltà anche se passi ad altra compagnia.

Questa è un'opportunità importante, da utilizzare nei casi di sinistri con responsabilità principale del conducente di modesta entità, poiché ti consente di evitare il malus e la conseguente maggiorazione di premio.

Verifica dunque le condizioni contrattuali che hai sottoscritto.

In caso di presenza della suddetta condizione contrattuale, la comunicazione che l'impresa deve inviarti, unitamente all'attestato di rischio, almeno 30 giorni prima della scadenza annuale, dovrà contenere le seguenti informazioni:

  1. sinistri con responsabilità principale del conducente rientranti nella procedura di risarcimento diretto, indicando:
    • numero del/i sinistro/i, data di accadimento, nominativo delle parti coinvolte;
    • modalità da seguire per richiedere direttamente o per il tramite dell'agente/ punto vendita/call center, alla Stanza di compensazione c/o CONSAP S.p.A. (e-mail: rimborsistanza@consap.it) l'ammontare dell'importo pagato. La Stanza di compensazione ti fornirà direttamente tutte le informazioni circa le modalità da seguire per effettuare il rimborso;
    • classe di merito (interna e corrispondente CU) in cui sarà riclassificato il contratto e importo del premio da pagare per l'annualità successiva, qualora il rimborso riguardi il sinistro/tutti i sinistri pagato/i a titolo definitivo nel periodo di osservazione, rientrante/i o meno nella procedura di risarcimento diretto;
    • dichiarazione che la società procederà a riclassificare il contratto in base alle relative condizioni, ricalcolando la classe di merito (interna e corrispondente CU) e il premio dell'annualità successiva in funzione del/i sinistro/i rimborsato/i, qualora il rimborso non riguardi tutti i sinistri pagati a titolo definitivo nel periodo di osservazione;
  2. sinistri con responsabilità principale del conducente non rientranti nella procedura di risarcimento diretto, indicando:
    • numero del/i sinistro/i, data di accadimento, nominativo delle parti coinvolte, importo e data di pagamento;
    • classe di merito (interna e corrispondente CU) in cui sarà riclassificato il contratto e importo del premio da pagare per l'annualità successiva, qualora il rimborso riguardi il sinistro/tutti i sinistri pagato/i a titolo definitivo nel periodo di osservazione, compreso/i quello/i eventualmente rientrante/i nella procedura di risarcimento diretto;
    • dichiarazione che la società procederà a riclassificare il contratto in base alle relative condizioni, ricalcolando la classe di merito (interna e corrispondente CU) e il premio dell'annualità successiva in funzione del/i sinistro/i rimborsato/ i, qualora il rimborso non riguardi tutti i sinistri pagati a titolo definitivo nel periodo di osservazione.
1. Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore » Un utile prontuario a portata dei contraenti
2. Cos'è la rc auto
3. Cosa sono le garanzie accessorie
4. Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto
5. Diritti e doveri dell'assicurato
6. Da chi ti puoi assicurare
7. Quali sono gli intermediari assicurativi ai quali ti puoi rivolgere
8. I contratti stipulati via telefono o via internet
9. Quali sono i documenti che attestano l'assolvimento dell'obbligo di assicurazione
10. Quali sono le formule tariffarie rc auto
11. Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un contratto rc auto
12. Come si compone il premio rc auto
13. Cosa sono il massimale di garanzia la franchigia, l'esclusione e la rivalsa
14. Cos'è il bonus malus
15. Cos'è il periodo di osservazione
16. Com'è attribuita la responsabilità del sinistro
17. Come evolve la classe di merito
18. Quale è la durata di un contratto rc auto
19. 1.20 È possibile richiedere sconti sulla tariffa?
20. Come scegliere la copertura migliore per le tue esigenze
21. Come si conclude il contratto rc auto
22. Cos'è l'attestato di rischio
23. Quali sono gli obblighi del contraente in relazione all'attestato di rischio
24. Qual è il periodo di validità dell'attestato di rischio
25. Chi ha diritto di utilizzare l'attestato di rischio relativo a veicoli in leasing/noleggio a lungo termine
26. Come si rinnova un contratto rc auto
27. Come deve essere comunicata la variazione del premio
28. Quando si ha diritto alla restituzione del premio rc auto
29. Sospendere e riattivare la polizza rc auto
30. Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di ulteriore veicolo
31. Conservare la propria classe di merito in caso di sostituzione del veicolo.
32. Conservare la propria classe di merito in caso di sinistro
33. Denunciare un sinistro
34. Richiedere il risarcimento
35. I tempi per ottenere il risarcimento
36. Richiedere il risarcimento nel caso di incidenti stradali all'estero o con veicoli esteri
37. Accedere al proprio Fascicolo di sinistro
» Vai alla visualizzazione integrale dell'articolo (pagina singola)
» Vai all'indice delle sezioni dell'articolo
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca