Quale è la durata di un contratto rc auto

La durata è di un anno, che decorre dalle ore 24.00 del giorno in cui hai pagato il premio; la scadenza è indicata nel certificato di assicurazione.

È possibile l'emissione di polizze con durata inferiore all'anno (c.d. "provvisorie"), in particolare per i veicoli con targa provvisoria e per quelli che circolano per prova, collaudo o dimostrazione. La compagnia è obbligata a risarcire i sinistri avvenuti entro la data di scadenza della polizza.

Da dicembre 2012 per i contratti rc auto è stata abolita la clausola di tacito rinnovo (ossia il rinnovo automatico della copertura per una ulteriore annualità in assenza di recesso da parte dell'assicurato) ed è stato previsto per legge il mantenimento di un periodo di "tolleranza" di 15 giorni oltre la data di scadenza, durante il quale la compagnia continua a rispondere dei sinistri causati dall'assicurato.

Il periodo di tolleranza consente all'assicurato di valutare le diverse offerte presenti sul mercato e decidere se mantenere la stessa compagnia o cambiarla.
In caso di furto del veicolo la validità della garanzia cessa a partire dal giorno successivo alla denuncia presentata all'Autorità di pubblica sicurezza.

In tal caso la compagnia deve rimborsarti la quota parte di premio relativa al residuo periodo di assicurazione, al netto dell'imposta sulle assicurazioni e del contributo al Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) già pagati dalla compagnia.

Nel caso in cui il veicolo rubato venga poi ritrovato, il proprietario dovrà stipulare una nuova polizza rc auto (e gli verrà attribuita la CU di ingresso, ossia la 14).

Qualora decidesse invece di acquistare un nuovo veicolo, su quest'ultimo potrà trasferire la stessa classe di merito del veicolo rubato.

1. Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore » Un utile prontuario a portata dei contraenti
2. Cos'è la rc auto
3. Cosa sono le garanzie accessorie
4. Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto
5. Diritti e doveri dell'assicurato
6. Da chi ti puoi assicurare
7. Quali sono gli intermediari assicurativi ai quali ti puoi rivolgere
8. I contratti stipulati via telefono o via internet
9. Quali sono i documenti che attestano l'assolvimento dell'obbligo di assicurazione
10. Quali sono le formule tariffarie rc auto
11. Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un contratto rc auto
12. Come si compone il premio rc auto
13. Cosa sono il massimale di garanzia la franchigia, l'esclusione e la rivalsa
14. Cos'è il bonus malus
15. Cos'è il periodo di osservazione
16. Com'è attribuita la responsabilità del sinistro
17. Come evolve la classe di merito
18. Quale è la durata di un contratto rc auto
19. 1.20 È possibile richiedere sconti sulla tariffa?
20. Come scegliere la copertura migliore per le tue esigenze
21. Come si conclude il contratto rc auto
22. Cos'è l'attestato di rischio
23. Quali sono gli obblighi del contraente in relazione all'attestato di rischio
24. Qual è il periodo di validità dell'attestato di rischio
25. Chi ha diritto di utilizzare l'attestato di rischio relativo a veicoli in leasing/noleggio a lungo termine
26. Come si rinnova un contratto rc auto
27. Come deve essere comunicata la variazione del premio
28. Quando si ha diritto alla restituzione del premio rc auto
29. Sospendere e riattivare la polizza rc auto
30. Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di ulteriore veicolo
31. Conservare la propria classe di merito in caso di sostituzione del veicolo.
32. Conservare la propria classe di merito in caso di sinistro
33. Denunciare un sinistro
34. Richiedere il risarcimento
35. I tempi per ottenere il risarcimento
36. Richiedere il risarcimento nel caso di incidenti stradali all'estero o con veicoli esteri
37. Accedere al proprio Fascicolo di sinistro
» Vai alla visualizzazione integrale dell'articolo (pagina singola)
» Vai all'indice delle sezioni dell'articolo
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca