Cosa fare se Equitalia non concede la rateizzazione del debito


Per il diniego di rateazione è esclusa la competenza del TAR.

Il diniego di rateazione, espresso dall’Agente della riscossione, può essere impugnato dinanzi al Giudice competente.

Ma qual è il Giudice competente in materia?

Secondo la direttiva di Equitalia del 27 marzo 2008, numero 2070, il diniego alla rateazione può essere impugnato solo innanzi al TAR.

Sul punto, tuttavia, la Cassazione a Sezioni Unite ha affermato, in più occasioni, che per il diniego di rateizzazione debbano applicarsi gli stessi criteri elaborati in materia di cartelle ed altri atti dell’Agente della riscossione (sentenze numero 7612/2010 e numero 5928/2011).

In altre parole, bisogna distinguere in base alla natura del credito oggetto della negata rateazione.

Se si tratta di crediti tributari, sarà competente la Commissione tributaria provinciale.

Per le sanzioni amministrative, il Giudice di pace, nei limiti previsti dalla Legge numero 689/81.

Se si tratta di crediti previdenziali, sarà competente il Tribunale del Lavoro.

20 Marzo 2011 · Antonella Pedone



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa fare se equitalia non concede la rateizzazione del debito. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa fare se Equitalia non concede la rateizzazione del debito Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 20 Marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 7 Febbraio 2018 Classificato nella categoria dilazione della cartella esattoriale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)