Quando il debitore è benestante

Può finire male con il pignoramento e la vendita all’asta di beni mobili ed immobili del debitore. Particolare rilevanza assumono l’espropriazione della casa di proprietà ed il pignoramento del quinto dello stipendio del debitore, se questi è un lavoratore dipendente. Ma è anche possibile bloccare e svuotare il conto corrente intestato al debitore.

In ogni caso si resta segnalati alla Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria (CRIF) per tre anni a partire dalla scadenza del contratto di finanziamento. Oppure per tre anni a partire dall’ultima comunicazione di messa in mora del creditore.

In pratica si rischia di non poter accedere ad ulteriori finanziamenti vita natural durante.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Quando il creditore può comunicare a terzi il mancato pagamento delle rate da parte del debitore
I dati relativi ad un contratto di finanziamento, anche di credito al consumo per l'acquisto di un veicolo, sono da qualificarsi come personali e non come dati sensibili: la lesione della riservatezza si ha se, detti dati, si portano a conoscenza di soggetti terzi, ma, nel caso in esame, la concessionaria è parte del contratto. Il codice della privacy, infatti, riporta tra i casi nei quali il trattamento dei dati può essere effettuato senza consenso quello in cui il trattamento stesso sia necessario per eseguire obblighi derivante da un contratto del quale è parte l'interessato o per adempiere, prima della ...

Pignoramento nuda proprietà e usufrutto - quando il debitore è nudo proprietario e quando il debitore è usufruttuario
Nel caso di pignoramento del diritto di proprietà ove risulti che il debitore è nudo proprietario si procede ugualmente alla vendita forzata del diritto di proprietà, il quale risulterà gravato del diritto reale di godimento. Oggetto della vendita forzata è, cioè, il medesimo diritto pignorato, con la particolarità che il diritto non sarà esercitatile in tutto il suo normale contenuto per la presenza del diritto di usufrutto fatto valere dal terzo sul bene (a meno che non si tratti di diritto di usufrutto costituito su cosa ipotecata, nel qual caso il diritto si estingue con l'espropriazione del bene ai sensi ...

Mia figlia garante di prestiti bancari non rimborsati
La segnalazione del nominativo di cointestatari del rapporto di finanziamento non rimborsato (o rimborsato parzialmente) e di eventuali garanti, permane nella Centrale Rischi per un triennio a partire dalla scadenza del contratto di prestito (intesa come scadenza dell'ultima rata di rimborso prevista dal piano di ammortamento). Questo, se il creditore non rinnova la segnalazione in seguito ad eventi rilevanti relativi al rimborso del prestito, quali possono essere l'invio di comunicazione di messa in mora o interruttive della prescrizione, l'avvio di eventuali azioni giudiziali finalizzate al recupero del credito, ecc.. Paradossalmente la segnalazione potrebbe essere rinnovata anche in seguito ad un ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando il debitore è benestante. Clicca qui.

Stai leggendo Quando il debitore è benestante Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)