Responsabilità dell'amministratore nella bancarotta fraudolenta

L’accensione di un ingente mutuo, al fine dichiarato del consolidamento di posizione debitoria nei confronti di due istituti di credito; il pagamento delle sole due prime rate del piano di ammortamento, nonostante la società avesse liquidità per farvi fronte; la custodia, assolutamente imprudente ed irragionevole di tali liquidità non già in banca, bensì nella cassaforte della sede sociale ed il successivo furto delle stesse ad opera di ignoti, possono essere ritenute integranti la nozione di operazioni dolose, caratterizzate da abusività degli elementari doveri inerenti alla qualità di amministratore. Tali dolose condotte possono essere ritenute, inoltre, causa del dissesto della società e portare alla condanna dell’amministratore per bancarotta fraudolenta.

Questo l’orientamento dei giudici della Corte di cassazione nella sentenza 38728/14.

10 Ottobre 2014 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il reato di bancarotta fraudolenta si consuma nel momento in cui interviene la sentenza di fallimento
Il reato di bancarotta fraudolenta si consuma nel momento in cui interviene la sentenza dichiarativa di fallimento. Non si può legare la consumazione del reato presupposto al momento della materiale “distrazione” delle somme di denaro dalle casse della società, azione in sé non configurabile come delitto fino al momento della dichiarazione di fallimento della società stessa. Insomma, non è integrato il reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale nel caso in cui la somma sottratta dalle casse sociali, riportata da relativa annotazione contabile, sia incontrovertibilmente riversata nella sua integrante – dai soci che l'avevano prelevata – nelle casse della società prima della ...

L'amministratore che riscuote i propri crediti di lavoro verso la società fallita integra gli estremi della bancarotta preferenziale e non di quella fraudolenta
L'amministratore che si ripaghi dei suoi crediti verso la società fallita relativi a compensi per il lavoro prestato, prelevando, ovvero comunque ottenendo, dalla cassa sociale una somma congrua rispetto a tale lavoro, risponde di bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione? Al quesito hanno risposto i giudici della sezione penale della Corte di cassazione (sentenza 48017) argomentando che per stabilire se ricorra o meno il delitto di bancarotta fraudolenta è necessario stabilire se la somma prelevata dalle casse sociali dall'amministratore sia o meno congrua rispetto al lavoro prestato. Se, infatti, la somma prelevata corrisponde a quanto normalmente percepito dall'amministratore a titolo di ...

Vendita sottocosto e bancarotta fraudolenta
La vendita di merce sottocosto di beni aziendali integra il reato di bancarotta fraudolenta per distrazione (previsto dall'articolo 216, comma 1, n. 1 del R.D. 16 marzo 1942 n. 267) laddove si accerti una serie sistematica e preordinata di operazioni di vendita sotto costo, o comunque in perdita, di beni aziendali (Cassazione, sentenza del 4 febbraio 2015, n. 5317). La Corte, per altro, ha espressamente escluso nel caso di specie la possibilità di ricondurre la condotta dell'imprenditore all'ipotesi meno grave di bancarotta semplice per operazioni di grave imprudenza, di cui al n. 3 dell'articolo 217 del R.D. 16 marzo 1942 ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su responsabilità dell'amministratore nella bancarotta fraudolenta. Clicca qui.

Stai leggendo Responsabilità dell'amministratore nella bancarotta fraudolenta Autore Annapaola Ferri Articolo pubblicato il giorno 10 Ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria impresa responsabilità patrimoniale socio ed amministratore Inserito nella sezione debiti ed imprese

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)