Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio

La Finanziaria 2008, oltre che prorogare la detrazione del 36% per le spese sostenute dall'1/1/2008 al 31/12/2010, fermo restando il rispetto dei requisiti previsti dalla normativa vigente, ha riproposto la possibilità di usufruire della detrazione anche da parte dei soggetti acquirenti o assegnatari di un'unità immobiliare facente parte di un edificio complessivamente restaurato, risanato o ristrutturato da parte di un'impresa di costruzione o ristrutturazione e da cooperative edilizie, a condizione che gli interventi eseguiti dai predetti soggetti siamo effettuati fra l'1/1/2008 e il 31/12/2010 e che l'immobile sia ceduto o assegnato entro il 30/06/2011.

La Finanziaria ha inoltre prorogato di un anno la detrazione, includendovi anche le spese sostenute fino al 31/12/2011 nonché gli interventi effettuati dalle imprese di costruzione o ristrutturazione e da cooperative edilizie fino al 31/12/2011 su immobili ceduti o assegnati entro il 30/06/2012.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio. Clicca qui.

Stai leggendo Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 12 marzo 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 7 febbraio 2018 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Ercurio 28 novembre 2009 at 11:26

    Buongiorno a tutti, la domanda che vorrei porre è la seguente, presentando il modello unico da libero professionista per prestazioni occasionali con ritenuta d’acconto e reddito superiore a 15.000 euro, cosa posso detrarre/dedurre per spese inerenti la mia attività giornalistica: computer, cancelleria, benzina, autostrada, telefono etc?
    Grazie in anticipo.

    • Ercurio 9 dicembre 2009 at 16:47

      Buongiorno a tutti, la domanda che vorrei porre è la seguente, presentando il modello unico da libero professionista per prestazioni occasionali con ritenuta d’acconto e reddito superiore a 15.000 euro, cosa posso detrarre/dedurre per spese inerenti la mia attività giornalistica: computer, cancelleria, benzina, autostrada, telefono etc?
      Grazie in anticipo.

  • Angelo 4 agosto 2009 at 09:27

    Salve,ho presentato domanda di pensionamento Agosto 2006.Questa mi è stata liquidata Luglio 2007 compresi cinque mesi del 2006 .Purtroppo per me sono stati inclusi nel cud 2007/08,nella voce:Compensi relativi agli anni precedenti soggetti a tassazione separata(da non indicare nella dichiarazione dei debiti).Questi arretrati del 2006 ricevuti nel 2007 non mi permettono di percepire gli assegni famigliari 2007/08, mi inseriscono in uno scaglione più basso 2008/09,non posso ottenere la pensione agli invalidi civili perche supero di circa 300 euro il tetto massimo.C’è un modo per far si che questi arretrati vengono inseriti nel cud 2006/07 ? Grazie ANGELO



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca