Azione di arricchimento

Può accadere che il possessore di una cambiale abbia perduto la possibilità di esercitare l'azione cambiaria (perché prescritta) e non possa esercitare neppure le altre azioni: in questi casi, può esercitare l'azione di arricchimento, con la quale può ottenere dal traente (se cambiale tratta) o dall'emittente (se pagherò cambiario) o dall'accettante o dal girante la somma di cui costoro si siano ingiustamente arricchiti a suo danno.

L'azione di arricchimento si prescrive in 1 anno dalla perdita dell'azione cambiaria.

15 giugno 2013 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca