Protesto a causa di assegno scoperto » Posso accedere a mutuo?

Indice dei contenuti dell'articolo


Ho subito un protesto e adesso vorrei stipulare un mutuo

L'anno scorso, dopo aver emesso un assegno scoperto, ho subito un protesto.

Ora, sono in procinto di andare a vivere da solo e dovrei stipulare un mutuo.

Dopo la levata del protesto, mi sarà possibile accedervi?

Se no, come devo comportarmi? Cosa devo fare? Ne ho bisogno.

Protesto a causa di assegno scoperto » Come funziona

In teoria, non esistono norme che vietino a una persona nei confronti della quale sia stato levato un protesto di accedere a un finanziamento, specie se di tipo ipotecario.

In pratica, però, è prassi bancaria non effettuare finanziamenti a favore di persone che versino in questa situazione per evidenti ragioni di minor affidamento del richiedente.

In questo, caso sarà necessario provvedere alla cancellazione del protesto che è possibile laddove sia stato regolarizzato il pagamento del titolo di credito che non era stato onorato.

Se il pagamento non è ancora avvenuto, quindi, bisognerà prima pagare e poi fare domanda di riabilitazione.

In alternativa, e con la collaborazione della banca, potrebbe essere possibile ottenere il mutuo magari dietro fideiussione da parte di altro soggetto, non protestato, che si faccia garante del mutuatario.

10 Dicembre 2013 · Andrea Ricciardi


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assegno non trasferibile scoperto » Protesto obbligato?
Parte della giurisprudenza sulla tematica indicata nel titolo ritiene che il protesto è presupposto necessario dell'azione che si esercita contro gli obbligati in via di regresso e pertanto, quando l'assegno non presenta altre girate oltre quella del diretto beneficiario (è sicuramente il caso degli assegni di importo superiore a mille euro, non trasferibili in base alle norme antiriciclaggio) la levata del protesto non è necessaria al fine di salvaguardare i diritti del portatore del titolo, in quanto egli mantiene i suoi diritti contro il traente, sebbene l'assegno bancario non sia stato presentato tempestivamente o non sia stato fatto il protesto ...

Assegno - scoperto, protesto, postdatato
Un assegno bancario è un titolo di credito contenente l'ordine incondizionato che il traente (cioè, colui che ha un conto corrente presso una Banca) rivolge al trattario (cioè, alla Banca) perché paghi ad un terzo (o se stesso). Essendo un mezzo di pagamento, l'assegno non può mai avere una scadenza futura: e sempre pagabile a vista. Nella pratica, però, è tutt’altro che raro l'uso dell'assegno quale strumento di credito: a tal fine, si rilascia un assegno postdatato (si mette sul titolo una data futura che figura come data di emissione, ma di fatto funziona come data di scadenza) oppure si ...

Riabilitazione da protesto assegno
Nell'ipotesi di emissione di assegno senza provvista, e conseguente protesto, è possibile ottenere la riabilitazione decorso un anno dalla data di levata del protesto, effettuando entro 60 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione al pagamento dell'assegno protestato il cosiddetto pagamento tardivo che comprende, per espressa previsione normativa, oltre al valore nominale del titolo, gli interessi legali, una penale prevista del 10% dell'importo facciale e le eventuali spese per il protesto o constatazione equivalente. Il debitore protestato che abbia così adempiuto all'obbligazione per la quale il protesto è stato levato e non ne abbia subito ulteriori nel corso dell'anno successivo ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su protesto a causa di assegno scoperto » posso accedere a mutuo?. Clicca qui.

Stai leggendo Protesto a causa di assegno scoperto » Posso accedere a mutuo? Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 10 Dicembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 26 Ottobre 2016 Classificato nella categoria protesti e protestati - domande e risposte