Sospensione del protesto di assegni e cambiali

La pubblicazione dei protesti di assegni e cambiali può essere sospesa solo in presenza di un ordine dell'autorità giudiziaria. La sospensione è un provvedimento a carattere temporaneo e non si traduce in modo automatico nella cancellazione.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sospensione del protesto di assegni e cambiali. Clicca qui.

Stai leggendo Sospensione del protesto di assegni e cambiali Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 17 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 ottobre 2017 Classificato nella categoria protesti - procedure comuni per assegni e cambiali Inserito nella sezione protesti e protestati del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • edoardo 19 maggio 2010 at 12:39

    La mia azienda ha avuto difficoltà economiche negli 2005-2006. Non mi sono mai occupato dell’attività finanziaria ma emettevo assegni normalmente.
    Sono stato in banca recentemente per una variazione del conto e mi hanno confermato che ci sono 3 assegni protestati!. Non ricordo di aver ricevuto alcuna comunicazione e soprattutto non ho più le matrice degli assegni in protesto.
    Come devo fare per recuperare gli ipotetici creditori, visto che in banca mi hanno dato solo l’importo e la data di emssione? Quale procedura devo utilizzare?
    Grazie

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca