Indice del post protesti - come procedere d'urgenza per la cancellazione

Il debitore protestato può adire il giudice ordinario per chiedere in via d'urgenza la cancellazione di protesti Le Sezioni unite della Corte di Cassazione hanno per la prima volta dato un'indicazione uniforme sull'esatta interpretazione ed applicazione dell'articolo 4 della Legge numero 77/55 (come riformato dalla Legge numero 235/00) relativamente al procedimento di cancellazione del protesto dal RIP. nonchè sulla definizione della posizione giuridica in capo al soggetto protestato interessato alla cancellazione del proprio nominativo. Nel caso in questione si è arrivati alla sentenza di accoglimento del ricorso del soggetto protestato da parte del giudice di pace, poi confermata in [ ... leggi tutto » ]

Il debitore protestato ha sempre la facoltà di rivolgersi direttamente alla magistratura ordinaria per ottenere la cancellazione del protesto per illegittimità od erroneità in tutte quelle circostanze nelle quali tali vizi dell'atto non siano riscontrabili palesemente [ ... leggi tutto » ]

Il soggetto protestato a causa di titoli cambiari (cambiali e/o tratte accettate) ha sempre la possibilità di chiederne direttamente la cancellazione per illegittimità od erroneità all'Autorità Giudiziaria Ordinaria in tutti quei casi nei quali tali patologie dell'atto pubblico non siano riscontrabili palesemente dal titolo e pertanto sia esclusa la competenza a cancellare da parte del Dirigente responsabile [ ... leggi tutto » ]

Per la cancellazione dei protesti dal RIP (Registro Informatico dei protesti) il debitore deve chiamare in causa la Camera di Commercio (Cassazione civile, sentenza del 28 giugno 2006, numero 14991). Il debitore protestato che voglia intraprendere una causa per ottenere la cancellazione dei protesti, può rivolgersi al Giudice ordinario. Sono previste diverse procedure. Il debitore può avvalersi della speciale procedura dinanzi al Giudice di Pace del luogo di residenza del debitore protestato, specificamente prevista dall'articolo 4 della Legge numero 77/1955, così come modificato dalla Legge numero 235/2000. In questo caso la Camera di Commercio, che abbia respinto l'istanza di [ ... leggi tutto » ]

9 giugno 2012 · Antonella Pedone

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cancellazione protesto cambiali prima della pubblicazione sul Registro Informatico dei Protesti
E' possibile acquisire il diritto ad essere depennati dall'elenco dei protesti prima dell'inserimento nella banca dati del RIP. Infatti, per evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti levati nell'arco di tempo compreso tra il giorno 27 ed il giorno 26 del mese successivo, si può presentare domanda di ...
Cancellazione protesto cambiali – Istanza per pagamento oltre i 12 mesi dal protesto
Esamineremo ora la procedura relativa alla "cancellazione per avvenuto pagamento, presentata oltre i 12 mesi dalla levata del protesto", altresì indicata come cancellazione per riabilitazione" La legge 18.08.2000, numero 235, che all'articolo 2 trasferisce alle Camere di Commercio la competenza circa la cancellazione dei protesti relativi agli effetti cambiari pagati ...
Cancellazione protesto cambiali per pagamento entro 12 mesi dal protesto in assenza di originali
Esaminiamo il caso di cancellazione per avvenuto pagamento, entro 12 mesi dalla levata del protesto, in assenza degli effetti originali. Qualora il debitore non fosse in possesso del titolo, della cambiale o tratta accettata, perché, per esempio, ancora in fase di lavorazione nel circuito bancario, egli può presentare la domanda ...
Guida alla cancellazione dei protesti
nel caso in cui entro il termine di 12 mesi dalla levata del protesto il debitore esegua il pagamento della cambiale o del vaglia cambiario (pagherò ) comprensiva degli interessi e delle spese maturate (che potrebbero comprendere quelle delle eventuali azioni esecutive messe in atto dal creditore, precetto e pignoramento); nel ...
Cancellazione protesto cambiali per pagamento entro 12 mesi dal protesto
Il debitore, che esegue il pagamento di un effetto (pagherò cambiario o tratta accettata), entro 12 mesi dalla levata del protesto, può chiedere la cancellazione definitiva dal Registro Informatico dei Protesti. A tale scopo deve presentare domanda al Presidente della Camera di Commercio, corredata di: titolo in originale con atto ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post protesti - come procedere d'urgenza per la cancellazione. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Protesti - Come procedere d'urgenza per la cancellazione Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 9 giugno 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria assegni - cancellazione protesto e riabilitazione Inserito nella sezione protesti e protestati.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca