Prescrizione e decadenza per i contributi o premi non versati all'INPS dal debitore

Per i contributi o premi non versati dal debitore, l'istituto ha l'obbligo di iscrivere il credito in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento. In caso di denuncia o comunicazione tardiva o di riconoscimento del debito, tale termine decorre dalla data di conoscenza da parte dell'ente.

Stiamo parlando non di apertura o chiusura di Partita IVA (obblighi afferenti l'Agenzia delle entrate) ma di apertura e chiusura della posizione contributiva nell'ambito della gestione separata INPS, cosa che, a quanto lei riferisce, il suo commercialista non ha mai effettuato e da cui consegue il danno a lei derivante per l'aggravio di interessi di mora e sanzioni civili.

Per gli ulteriori dettagli sul credito vantato dall'INPS per l'ultimo semestre del 2010 le suggerisco di recarsi alla sede territoriale o di accedere ai servizi on line erogati dall'Istituto previa richiesta del pin.

11 febbraio 2015 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca