Prestito su pegno - contratti di prestito at indebitati.it

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Cosa è il prestito su pegno

Il prestito su pegno determina un diritto reale su beni di valore o su beni di natura accessoria che viene costituito per contratto o per testamento e che tutela un credito. Il creditore che è titolare di un diritto di pegno, se il suo credito non viene pagato, può alienare il bene per soddisfarsi sul ricavato.

Da questa definizione discendono i seguenti principi:

1) Il pegno è un diritto reale che si costituisce con una dichiarazione di volontà e con la consegna della cosa o del documento al creditore. Produce effetti non soltanto fra le parti interessate ma anche neiconfronti di terzi. Il creditore pignoratizio può esercitare anche l’azione di rivendicazione se i crediti non vengono soddisfatti dal debitore.

2) Possono essere dati in pegno beni mobili o diritti. I debitori possono dare in pegno anche dei diritti che vantano nei confronti di terzi. In questo caso il credito del debitore nei confronti di un terzo – soprattutto per debiti pecuniari – viene ceduto al creditore pignoratizio.

3) Il pegno ha carattere accessorio: può sussistere soltanto in relazione ad un credito valido.  Il pegno si estingue con l’estinzione del credito. Le opposizioni sollevate contro il credito valgono anche per il pegno; per questo il pegno garantisce solo il credito esistente, inclusi gli interessi e le spese.

4) Il creditore pignoratizio può soddisfarsi sul bene dato in pegno, di solito mediante l’esecuzione forzata. Il bene però può anche essere assegnato dal Tribunale in pagamento al creditore. Con l’autorizzazione del Tribunale il pegno può essere alienato o venduto all’asta.

Per porre una domanda sul contratto di prestito su pegno, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull’usura e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

9 Novembre 2007 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pegno regolare e pegno irregolare - differenze e implicazioni
Il dato che rileva ai fini della configurabilità del pegno come irregolare è costituito soprattutto dalla volontà del debitore di conferire al creditore la facoltà di disporre, da subito, del bene offerto in pegno per soddisfare i propri crediti. Con il pegno irregolare, il creditore acquisisce immediatamente la proprietà del bene, destinato poi, al momento dell'adempimento, ad essere restituito con l'equivalente valore che il bene aveva al momento della costituzione del pegno, oppure, in caso d'inadempimento, nella sola misura eventualmente eccedente l'ammontare del credito garantito. Il creditore assistito da pegno irregolare, a differenza di quello assistito da pegno regolare, non ...

Contratti di prestito – credito su pegno e cessione del quinto
Nell'articolo affronteremo l'analisi di due caratteristici contratti di prestito: il credito su pegno e la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, entrambi appartenenti alla categoria dei contratti di credito al consumo non rivolti all'acquisto di specifici beni o servizi. La cessione del quinto è una forma di credito al consumo non finalizzata (quindi, non rivolta all'acquisto di specifici beni o servizi), concessa a fronte della cessione volontaria di una quota parte del proprio stipendio mensile. In sostanza, il lavoratore (cedente) pattuisce con un terzo/società finanziaria (cessionario) il trasferimento in capo a questo ultimo del suo diritto verso il ...

Contratti di prestito e credito su pegno
L'Associazione Italiana degli Istituti di Credito su Pegno ha origine dall'antica Federazione dei Monti di Pietà, che nel 1996 venne ricostituita con l'attuale denominazione, è presieduta dal Prof. Avv. Serafino Gatti e riunisce la quasi totalità delle Banche che erogano prestiti tramite credito su pegno, forma contrattuale prevista e regolata dal Decreto Legislativo 1 settembre 1993 numero 385 ( e successive modifiche), della Legge 10 maggio 1938 numero 745 e dal Regio Decreto 25 maggio 1939 numero 1279. Allo stato, dopo le numerose fusioni e concentrazioni che si sono avute nel settore creditizio, gli Istituti bancari aderenti all'Associazione Italiana degli ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prestito su pegno - contratti di prestito at indebitati.it. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)