Prestito personale non pagato – proporre un concordato al creditore

Contatti il creditore, gli proponga un concordato sul 10-20% della cifra originaria posta a debito, si dichiari indisponibile a corrispondere gli interessi di mora e le spese di esazione, proponga un piano di ammortamento del dovuto in rate mensili di 100 euro e veda cosa le risponde.

Magari sia più flessibile se ha proprietà ed uno stipendio. Invece non li contatti proprio se è nullatenente.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contratti di prestito – il prestito personale
Il prestito personale è una delle forme più comuni di contratto di prestito. Rientra nelle categorie previste per il credito al consumo e non è sottoposto ad alcun vincolo riguardo le modalità con cui viene impiegato il credito concesso. Con il contratto di prestito personale una somma viene erogata dalla banca (o dalla finanziaria) al cliente, che si impegna a restituirla secondo un piano di ammortamento a tasso fisso, variabile o misto e con rate alle scadenze concordate. Il finanziamento può essere assistito da garanzie. Può essere inclusa, sotto forma di adesione o altra forma di stipula, una polizza assicurativa, ...

Concordato con il creditore per un rientro dal debito con rimborso a saldo stralcio - Come tutelarsi se, una volta pagato, continuano a pervenire nuove richieste?
Ho pagato il saldo stralcio, ma continuano a chiamarmi le agenzie di recupero credito. Io ho anche la dichiarazione della banca che una volta pagato la cifra parziale pattuita, nulla verrà più preteso. Ho chiamato la sede centrale e mi hanno detto che questa situazione devono risolverla in filiale dove ho chiesto il prestito personale; la filiale, però, mi dice il contrario. Come devo fare a farmi dare la liberatoria? Le agenzie di recupero crediti una volta che gli spiego la situazione e gli mando gli allegati dell'accettazione e dei bonifici fatti, per un po' non richiamano più. Ma, dopo ...

Prestiti per dipendenti » Viaggio alla scoperta di questa particolare tipologia di prestito personale
Oggi vogliamo parlare dei prestiti per dipendenti: affrontiamo, dunque, un piccolo viaggio alla scoperta di questa particolare tipologia di prestito personale. I prestiti per dipendenti sono una tipologia di prestiti personali che vengono destinati ai lavoratori dipendenti pubblici e statali e privati. I prestiti per dipendenti sono finanziamenti non finalizzati: coloro che li richiedono, cioè, non hanno l'obbligo di specificare la finalità della somma richiesta. I prestiti personali per dipendenti prevedono, come forma più comune, la cessione del quinto dello stipendio: secondo questa formula le rate del prestito vengono trattenute direttamente dalla busta paga del richiedente e pagate dal datore ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prestito personale non pagato – proporre un concordato al creditore. Clicca qui.

Stai leggendo Prestito personale non pagato – proporre un concordato al creditore Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 19 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)