Indice del post tutte le tipologie di prestiti erogabili e finanziabili dall'inps

Nell'articolo che segue, vi forniremo il quadro aggiornato sulla situazione dei finanziamenti erogabili dall'INPS: ecco tutto ciò che dovete conoscere sui prestiti inps ex inpdap. Con la soppressione dell'Inpdap tutte le pratiche relative a dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione sono passate di competenza dell’Inps, che per amministrarli ha creato la Gestione Dipendenti Pubblici. Ufficio cui devono fare riferimento tutti gli appartenenti al comparto pubblico che desiderano richiedere prestazioni o servizi loro dedicati. Tra le prestazioni ex Inpdap garantite dall'Inps ricordiamo i prestiti agevolati, che consentono di accedere a somme fino a 150 mila euro a tasso di interesse [ ... leggi tutto » ]

La sezione Prestiti contiene la descrizione delle varie tipologie di prestiti erogati direttamente dall’Inps (come il piccolo prestito e il prestito pluriennale diretto) o indirettamente (per il tramite di banche e finanziarie accreditati, come il prestito pluriennale garantito e la cessione del quinto); chi può accedere a questa forma di credito e come fare per ottenerlo. Di seguito si riportano le tipologie dei prestiti Inps: Piccolo prestito Gestione Dipendenti Pubblici – La prestazione si rivolge ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito) e consiste nella concessione di piccole somme in [ ... leggi tutto » ]

Per le esigenze familiari quotidiane degli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, l’Inps concede piccoli prestiti a breve termine, da rimborsare con rate costanti, mediante trattenuta su stipendio o pensione. Non occorre allegare documenti di spesa, né addurre motivazioni. I piccoli prestiti vengono concessi nei limiti delle disponibilità finanziarie previste annualmente nel bilancio dell’Istituto. Possono chiedere il piccolo prestito i dipendenti e i pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito). Il dipendente in servizio, presso amministrazioni statali o enti locali è obbligatoriamente iscritto al Fondo credito e versa il relativo [ ... leggi tutto » ]

Il Fondo Credito eroga, dietro cessione del quinto dello stipendio, piccoli prestiti da restituire in forma annuale, biennale, triennale o quadriennale. L’importo può andare da una a otto mensilità stipendiali nette. Spetta ai dipendenti in servizio di Poste Italiane Spa e Società collegate. Per accedere ai piccoli prestiti è necessario aver maturato 2 anni di anzianità di servizio di ruolo. Non occorre indicare alcuna motivazione. Il T.A.E.G. è fisso ed è pari al 5,00%. Le rate mensili sono addebitate in busta paga, il numero delle rate mensili per la restituzione dei piccoli prestiti è fisso così come indicato: una [ ... leggi tutto » ]

La prestazione, riservata agli iscritti ex Enam, consiste nella concessione di un prestito il cui importo non può eccedere quello di due mensilità dello stipendio in godimento, comprensive degli assegni a carattere continuativo e fisso. Il debito è estinguibile in ventiquattro rate mensili. Sull’importo di ciascun prestito saranno trattenute anticipatamente: una quota pari all’1% dell’importo lordo del prestito per spese di amministrazione e fondo di garanzia l’ammontare degli interessi al tasso annuo dell’1,50% La concessione di un nuovo prestito è subordinata all’estinzione di quello precedente. Non è consentito il cumulo con piccoli prestiti concessi da altri Enti. Possono richiederlo [ ... leggi tutto » ]

I prestiti pluriennali costituiscono una somma in denaro per far fronte a documentate necessità personali e/o familiari, rientranti nelle casistiche previste dal Regolamento. Spetta ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (cd. Fondo credito).. Requisiti Oltre all’iscrizione alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, i richiedenti devono avere quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione e quattro anni di versamento contributivo alla predetta Gestione unitaria. Gli iscritti in servizio devono avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Gli iscritti con contratto di lavoro a tempo determinato non inferiore [ ... leggi tutto » ]

Il prestito pluriennale può essere quinquennale o decennale e viene concesso nei limiti della quota cedibile pari a un quinto dello stipendio netto, solo dopo aver maturato 4 anni di anzianità di servizio di ruolo. Spetta ai dipendenti in servizio di Poste Italiane Spa e Società collegate. Il prestito può essere richiesto solo per una delle motivazioni previste dal REGOLAMENTO Il TAEG applicato è il 3,50%. La restituzione avviene tramite rate mensili costanti trattenute in busta paga. Il prestito quinquennale può essere rinnovato con altro quinquennale, dopo due anni dall'inizio del piano di ammortamento. Dopo la concessione del prestito [ ... leggi tutto » ]

Scopriamo come funzionano i prestiti pluriennali garantiti Gestione Pubblica erogati dall'inps. La prestazione fornisce un prestito garantito dall'Inps per coprire i seguenti rischi: decesso dell'iscritto prima che sia estinta la cessione; cessazione dal servizio senza diritto a pensione; riduzione dello stipendio del cedente. Erogano il servizio società finanziarie e Istituti di credito autorizzati a concedere prestiti ai sensi dell'art. 15 del D.P.R. 180/50. Possono richiedere prestiti garantiti - da estinguersi con trattenute mensili sullo stipendio fino al quinto della retribuzione mensile, al netto delle ritenute di legge - gli iscritti alla Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali. [ ... leggi tutto » ]

Il legislatore ha esteso anche ai pensionati la possibilità di contrarre prestiti personali estinguibili con una trattenuta diretta sulla rata della pensione. Per offrire la massima tutela ai pensionati, l'Inps ha definito tutte le modalità e le condizioni necessarie per concedere tali prestiti. La cessione del quinto della pensione è un prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico che l'Inps effettua sulla sua pensione. Il prelievo non può superare un quinto dell'importo mensile della pensione. Il pensionato deve richiedere il prestito alla Banca o alla Società finanziaria. L'Inps provvede [ ... leggi tutto » ]

7 luglio 2016 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post tutte le tipologie di prestiti erogabili e finanziabili dall'inps. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Tutte le tipologie di prestiti erogabili e finanziabili dall'Inps Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 7 luglio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 23 luglio 2017 Classificato nella categoria contratti di prestito - cessione del quinto e delega di pagamento Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca