Indice del post tutelarsi nell'ambito dell'erogazione di prestiti a parenti o amici

Dispensare prestiti ad amici e/o parenti, a volte, può essere rischioso, poiché, si rischia, infatti, di non avere indietro restituito il compenso: ecco, dunque, un'utile guida su come agire per evitare spiacevoli disguidi. Nella fattispecie in cui si intenda effettuare prestiti ad amici o parenti bisogna evitare, comunque, di correre alcuni rischi. E' molto difficile, infatti, dire di no a un parente o un amico che ti chiede dei soldi in prestito, ma è altrettanto difficile recuperarli se poi questo si defila non restituendo il compenso. E' una vecchia credenza popolare quella secondo cui quando si prestano soldi a [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo come formalizzare il prestito effettuato ad un parente/amico effettuando una semplice scrittura privata. Quando effettuiamo prestiti di denaro a qualcuno stiamo, in pratica, stipulando un contratto di mutuo. Ciò, sia che i prestiti avvengano senza firmare un atto scritto (e, quindi, con un accordo verbale e una stretta di mano), sia che invece ci sia una scrittura privata, si tratta di un contratto tipico, ossia disciplinato già dal codice civile. Questo non esclude, certo, la possibilità di personalizzare tale contratto, includendo specifiche garanzie o escludendole. Pertanto, il fatto di non mettere nulla per iscritto non significa che [ ... leggi tutto » ]

E' bene notare che effettuare i prestiti tramite bonifico bancario è un ottimo strumento per la salvaguardia del denaro. Se firmare il contratto scritto ci sembra poco delicato per via degli stretti rapporti che ci legano al mutuatario, è importante quantomeno lasciare traccia del pagamento, facendo in modo che un un domani non ci si trovi sprovvisti della prova del passaggio del denaro. Dunque, è importante utilizzare un pagamento tracciabile, che avvenga con bonifico bancario o con assegno non trasferibile. Peraltro, con le nuove norme, se il prestito supera 3000 euro il passaggio dei soldi non può avvenire in [ ... leggi tutto » ]

Altra maniera di salvaguardare i propri interessi è quello di effettuare prestiti ad amici o parenti tramite assegni o cambiali. Il sistema migliore per garantirsi in caso di prestito di denaro a terzi è farsi rilasciare una cambiale con data di scadenza identica a quella della scadenza del mutuo. La cambiale fungerà da garanzia: per cui, se il debitore non restituisce la somma alla scadenza concordata, potremo avviare direttamente un pignoramento senza bisogno né di una causa, né di un decreto ingiuntivo. La cambiale è infatti un titolo esecutivo e ha la stessa forza di un provvedimento del giudice. [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo come poter effettuare prestiti ad amici e parenti tramite un contratto di ipoteca. Per prestiti particolarmente elevati, il debitore può acconsentire a rilasciare un’ipoteca su un immobile di proprietà. Il creditore, in questo modo, avrà un privilegio, rispetto ad eventuali altri creditori, sul bene ipotecato. In pratica, il creditore è ugualmente obbligato a fare una causa per ottenere un ordine di pagamento da parte del giudice (causa durante la quale dovrà dimostrare il proprio diritto, con tutte le considerazioni che abbiamo appena fatto). Ma, al momento del pignoramento, potrà mettere in vendita l’immobile ipotecato e sul ricavato [ ... leggi tutto » ]

11 ottobre 2016 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Donazione di immobile a parenti o amici per evitare il pignoramento » Quando è possibile e quando diventa reato
Effettuare la donazione del proprio immobile ad amici e parenti, per sfuggire al pignoramento, è in alcuni casi, un opzione valida, mentre in altri, è configurabile come reato: facciamo chiarezza sulla questione. E' possibile effettuare la donazione della propria casa per sfuggire al pignoramento? Se un contribuente si sottrae dal ...
Prestito tra parenti? » Consigliabile giustificare ad Agenzia Entrate
Donazione o prestito tra familiari: è sempre bene formalizzare per iscritto ogni regalo ricevuto in denaro, per poter evitare un accertamento fiscale dall'Agenzia delle Entrate. Quando ricevete in dono o in prestito una somma di denaro, anche se si tratta di un parente, è bene sempre giustificarla agli occhi dell'Agenzia ...
Prestiti tra parenti » Il diritto alla restituzione va provato
Prestiti tra familiari: se in tribunale si chiede la restituzione di una somma di denaro data a titolo di mutuo, l'attore deve fornire la prova rigorosa dell'esistenza di un accordo pregresso per la restituzione dell'importo. Ove in giudizio si chieda la restituzione di una somma di denaro conferita a titolo ...
Amore e prestiti – come evitare debiti di relazione
Il debito di relazione è quando qualcuno rimane coinvolto nei prestiti o debiti di un'altra persona a causa di un legame emotivo invece di cercare di ottenere dei benefici per se stesso. A molte donne viene chiesto di firmare documenti in qualità di coobbligato in un prestito o di garante, ...
Il beneficiario di assegni bancari non è necessariamente un debitore
Il sedicente creditore che pretenda la restituzione di somme date in prestito è tenuto a provare gli elementi costitutivi della domanda e, quindi, non solo la consegna, ma anche il titolo della stessa, da cui derivi l'obbligo della vantata restituzione. Infatti, l'esistenza di un contratto di prestito non può essere ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post tutelarsi nell'ambito dell'erogazione di prestiti a parenti o amici. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Tutelarsi nell'ambito dell'erogazione di prestiti a parenti o amici Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 11 ottobre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 23 luglio 2017 Classificato nella categoria contratti di prestito e di garanzia Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti