Prescrizione ordinaria del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario in caso di morte del cliente

La prescrizione del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario decorre non solo dalla decisione della lite, dalla conciliazione delle parti o dalla revoca del mandato o ancora dall'ultima prestazione resa (in caso di rapporto di assistenza legale non portato a termine), ma anche dal momento in cui, per qualsiasi causa, cessi il rapporto col cliente, ivi compresa la morte di quest'ultimo. Si tratta di un principio giuridico che, affermato con riferimento alla prescrizione presuntiva, ben può essere esteso alla prescrizione ordinaria.

La giurisprudenza ha già chiarito che l'applicazione delle norme del mandato al contratto di patrocinio comporta che la morte del cliente estingua il rapporto e determini quindi l'insorgenza del diritto dell'avvocato al pagamento delle competenze professionali (con il decorso dei termini di prescrizione) malgrado la detta estinzione non faccia venire meno, a determinate condizioni, il dovere del difensore di continuare a gestire la lite.

Non ha fondamento giuridico l'assunto secondo il quale, poiché la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere, ciò sarebbe possibile soltanto dal giorno in cui il difensore abbia avuto conoscenza della morte del cliente.

Nè l'avvocato può eccepire che la prescrizione decorre dall'ultima prestazione effettuata dopo la morte del cliente in virtù dell'obbligo che può nascere dal dovere del difensore di continuare a gestire la lite.

E' quello appena riportato un principio giuridico ribadito dai giudici della Suprema Corte nella sentenza 18808/15.

25 settembre 2015 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

All'avvocato non basta l'invio di una nota spese al cliente per interrompere il decorso della prescrizione presuntiva
Com'è noto, se sono trascorsi tre anni dalla data in cui il professionista può dimostrare di aver erogato al cliente una certa prestazione, interviene la prescrizione presuntiva, il debito può considerarsi saldato ed il diritto del creditore estinto. Salvo che il professionista non produca scritti del cliente (ad esempio una ...
Prescrizione per la parcella di un avvocato - Decorrenza, comunicazione interruttiva dei termini ed implicazioni dell'eccezione di prescrizione
Costituisce atto idoneo ad interrompere la prescrizione l'inoltro della richiesta di adempimento per lettera raccomandata, la cui spedizione è provata dalla relativa ricevuta e i cui particolari doveri di consegna a carico del servizio postale ne fanno presumere l'arrivo al debitore, pur in assenza della ricevuta di ritorno. Solo a ...
Patto di quota lite - l'avvocato non può pretendere un compenso percentualmente rapportato al danno risarcito al cliente
Il patto di quota lite è l'accordo che può intervenire fra avvocato e cliente in virtù del quale il primo percepisce, quale compenso per l'attività espletata, una quota del bene oggetto della lite, a risultato ottenuto. Secondo il Consiglio nazionale Forense è illecito l'accordo volto a spartirsi il ricavato al ...
Contenzioso giudiziale fra avvocato e cliente - Decorrenza degli interessi moratori per la parcella contestata
In tema di liquidazione di diritti ed onorari di avvocato e procuratore a carico del cliente, la disposizione comune alle tre tariffe forensi (civile, penale e stragiudiziale) prevede che gli interessi di mora decorrano dal terzo mese successivo all'invio della parcella. Tuttavia quando insorge controversia tra l'avvocato ed il cliente ...
Il debitore che ammette il debito o ne contesta l'importo rischia di non beneficiare della prescrizione presuntiva
Non può essere accolta la prescrizione presuntiva del credito quando il debitore ammette la mancata estinzione del debito e/o quando il debitore ne contesta la congruità. Secondo giurisprudenza consolidata, infatti, l'ammissione del debitore di non aver estinto il debito ovvero la contestazione, da parte dello stesso, dell'entità dell'importo preteso dal ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prescrizione ordinaria del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario in caso di morte del cliente. Clicca qui.

Stai leggendo Prescrizione ordinaria del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario in caso di morte del cliente Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 25 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 25 settembre 2015 Classificato nella categoria difendersi dai creditori con il gratuito patrocinio - assistenza legale Inserito nella sezione prescrizione dei debiti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca