Libretto bancario dormiente e prescrizione per il prelievo delle disponibilità giacenti


Indice dei contenuti dell'articolo



Mio nonno (deceduto) aprì nel 1952 a Voghera un libretto bancario al portatore presso il Credito Italiano (oggi parte di Unicredit), a nome di mio padre e di mia zia, di quattromila lire. Nel libretto non sono presenti movimenti di nessun tipo, solo il versamento iniziale.

Ho controllato il sito dell’Unicredit sui conti dormienti. Ho scaricato TUTTI i PDF disponibili nel sito ed ho cercato il numero del libretto, per vedere se risulta tra quelli estinti.

Non l’ho trovato – o meglio, ho trovato un libretto con lo stesso numero di quello in mio possesso, ma risulta aperto in un’altra città in un’altra regione, quindi non credo sia il mio.

Ci sono gli estremi per chiedere alla banca la somma con gli interessi maturati? So che suona un po’ utopistico, ma ho trovato articoli di stampa che parlano di situazioni simili.

A quanto pare non sono l’unico.

30 Ottobre 2012 · Andrea Ricciardi

Indice dei contenuti dell'articolo




Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su libretto bancario dormiente e prescrizione per il prelievo delle disponibilità giacenti. Clicca qui.

Stai leggendo Libretto bancario dormiente e prescrizione per il prelievo delle disponibilità giacenti Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 30 Ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Maggio 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)