Indice del post ipotesi per il decorso della prescrizione del credito contributivo

La prescrizione e' un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso (lavoro autonomo) ; recuperati con accertamenti di vigilanza o avvisi di pagamento o segnalazione all'esattoria (cartelle esattoriali). I contributi non pagati e prescritti possono essere recuperati solo mediante riscatto. La legge numero 335/95 (entrata in vigore il 17 agosto 1995) ha modificato, a partire dal 1° gennaio 1996, il termine [ ... leggi tutto » ]

recuperabilità dei contributi maturati nei 13 anni precedenti:10 più il periodo di sospensione triennale stabilito dalla legge 638/1983 (3 anni, 8 mesi e 1 giorno per i lavoratori dipendenti; 3 anni e 6 mesi per gli artigiani e i commercianti. Circ. numero 51033 R.C.V. del 6 marzo 1985 numero 58); necessità di effettuare entro i successivi 10 anni un ulteriore atto interruttivo; l'ulteriore [ ... leggi tutto » ]

recuperabilità dei contributi IVS maturati nei 10 anni precedenti e dei contributi SSN maturati nei 5 anni precedenti; la necessità di effettuare entro i successivi 10 anni un ulteriore atto interruttivo per i contributi IVS la necessità [ ... leggi tutto » ]

(Articolo 3 commi 9 e 10 legge numero 335/1995, Sentenza Corte di Cassazione numero 2100 del 2003) - Dal 1.1.1996 il termine per interrompere la prescrizione e per effettuare un successivo atto interruttivo è quinquennale. Nel caso di formale denuncia (circolaren. 55/2000) del lavoratore dipendente o dei suoi superstiti, il termine di prescrizione rimane fermo di 10 anni per la sola contribuzione da versarsi per fondo pensioni (cosiddetto IVS) a condizione che l'INPS, successivamente alla denuncia del lavoratore, emetta un atto interruttivo nei confronti del datore di lavoro inadempiente. Nel caso di omissione del versamento della quota a carico del dipendente, configurandosi illecito anche [ ... leggi tutto » ]

Il termine prescrizionale, in materia di contributi dovuti dagli artigiani, dai commercianti e dai lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata (professionisti non iscritti ad altre casse) decorre dal giorno in cui i contributi in argomento dovevano essere corrisposti secondo la normativa vigente e, quindi, dal giorno in cui doveva (o meglio, dall'ultimo giorno in cui poteva) essere versato il saldo risultante dalla dichiarazione dei redditi dell'anno di riferimento. Per fare una domanda  sui termini di decadenza e prescrizione dei debiti e dei crediti e su tutti gli argomenti correlati all'articolo, clicca [ ... leggi tutto » ]

20 agosto 2013 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contributi non versati e decadenza - quando l'INPS non può più riscuotere il credito
Per i contributi ed i premi non versati e per gli accertamenti notificati successivamente alla data del 1 gennaio 2004 l'istituto ha l'obbligo di iscrivere il credito in ruoli resi esecutivi a pena di decadenza entro i  termini previsti dal decreto legislativo  46/99 art. 25 e 36 comma 6, come modificato [ ... leggi tutto » ]
Prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali
Per i contributi relativi a periodi precedenti l'entrata in vigore della legge 335/1995 (17 agosto 1995) il termine di prescrizione resta decennale nel caso di atti interruttivi compiuti dall'INPS anteriormente al 31 dicembre 1995, i quali valgono a sottrarre a prescrizione i contributi maturati nel decennio precedente l'atto interruttivo e [ ... leggi tutto » ]
Prescrizione e decadenza per le rate di pensione INPS
Ogni diritto si estingue per prescrizione quando il titolare non lo esercita per il tempo determinato dalla legge. In generale, secondo l'articolo 2946 del codice civile, i diritti si estinguono per prescrizione con il decorso di dieci anni, salvo i casi in cui la legge dispone diversamente. Nella fattispecie il [ ... leggi tutto » ]
Prescrizione e decadenza dei crediti contributivi
In questo articolo si discute della prescrizione dei crediti contributivi, dei termini di decadenza per la notifica degli avvisi di accertamento e per la notifica della cartella esattoriale sempre in riferimento ai crediti contributivi. La Legge 335/95 (entrata in vigore il 17 agosto 1995) ha modificato i termini di prescrizione [ ... leggi tutto » ]
Regime transitorio di prescrizione per crediti contributivi INPS
Ove una nuova legge stabilisca un termine di prescrizione più breve di quello fissato dalla legge anteriore, il nuovo termine si applica anche alle prescrizioni in corso, ma decorre dalla data di entrata in vigore della legge che ne ha disposto l'abbreviazione e, naturalmente, questo principio si applica solo alle [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post ipotesi per il decorso della prescrizione del credito contributivo. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Ipotesi per il decorso della prescrizione del credito contributivo Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 20 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 21 agosto 2017 Classificato nella categoria prescrizione contributi previdenziali ed assistenziali - indebiti pensionistici INPS - fondo di garanzia crediti lavoro Inserito nella sezione prescrizione dei debiti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca