Delucidazioni su prescrizione della cartella esattoriale per multa non pagata

La prima cosa che lei deve fare, e direi subito, è recarsi presso la Polizia Municipale che ha elevato la multa per acquisire copia della relata di notifica del verbale.

Potrà così sapere se sono stati rispettati i termini previsti (i 150 giorni).

Deve tuttavia tener presente che, di solito, la Polizia Municipale si riserva 30 giorni di tempo per fornire le informazioni richieste (è il tempo massimo che assegna la legge per i riscontri sull'accesso agli atti).

E qui nasce il problema: anche lei ha solo 30 giorni di tempo, a partire dal 9 gennaio 2012, per presentare ricorso alla cartella esattoriale ex articolo 615 codice di procedura civile, se il verbale di multa non è stato notificato nei termini di legge.

Nel caso specifico, mi sembra di individuare un altra motivazione per un eventuale ricorso.

Il comma 154 della Legge 24 dicembre 2007 numero 244 (Finanziaria 2008) stabilisce testualmente che "A decorrere dal 1° gennaio 2008 gli agenti della riscossione non possono svolgere attività finalizzate al recupero di somme, di spettanza comunale, iscritte in ruoli relative a sanzioni amministrative per violazioni del Codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, numero 285, per i quali, alla data dell'acquisizione di cui al comma 7, la cartella di pagamento non era stata notificata entro due anni dalla consegna del ruolo".

La PA eccepirà che la multa è anteriore al gennaio 2008, ma la legge si riferisce alle sanzioni iscritte a ruolo dopo il gennaio 2008. Il periodo intercorso fra data di esecutività della cartella (aprile 2008) e data di notifica della stessa (presumibilmente dicembre 2011) supera abbondantemente il biennio.

25 ottobre 2012 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca