PRINCIPI DELLA RISCOSSIONE DEI CREDITI INPS TRAMITE RUOLI ESATTORIALI

La riforma della riscossione a mezzo concessionari si fonda essenzialmente sui seguenti principi (Circ. 224 del 21/12/1999):

  1. non si può procedere ad iscrizione a ruolo per importi inferiori ad € 10,33 (£.20.000);
  2. l'abolizione dell'obbligo del "non riscosso per riscosso", vale a dire l'anticipazione da parte del concessionario, all'ente impositore (INPS), degli importi iscritti a ruolo prima che fossero riscossi;
  3. individuazione del domicilio fiscale dei contribuenti ai fini della formazione del ruolo e della cartella di pagamento;
  4. invio da parte del concessionario di un'unica cartella, contenente tributi e contributi dovuti dal medesimo contribuente ad enti diversi;
  5. trasmissione al concessionario dei ruoli e dei provvedimenti amministrativi da parte delle Sedi e ricezione degli esiti della riscossione da parte dei concessionari tramite flusso telematico, con conseguente eliminazione del cartaceo;
  6. eliminazione delle scadenze precedentemente stabilite dal DPR numero 602/73 per la formazione dei ruoli con l'introduzione di una periodicità quindicinale, secondo quanto stabilito dal Decreto del Ministero delle Finanze del 3 settembre 1999, numero 321;
  7. abolizione dell'avviso di mora in quanto la nuova cartella ha valenza sia di notifica di pagamento che di avviso di mora;
  8. abolizione dell'invio del verbale di irreperibilità o nullatenenza al visto di cui all'articolo 73 del DPR numero 43/88 che gli Enti impositori erano tenuti ad apporre per indicare al concessionario ulteriori elementi utili alla riscossione;
  9. eliminazione dell'obbligo per il concessionario di effettuare le procedure esecutive entro i termini perentori stabiliti dall'articolo 2, comma 4, lettera a) della legge 8 agosto 1995, numero 349 (18 mesi per l'espletamento della procedura mobiliare e 24 mesi per la procedura immobiliare);
  10. eliminazione per il concessionario dell'obbligo di effettuare prima la procedura mobiliare e successivamente la procedura immobiliare;
  11. eliminazione dell'obbligo per gli Enti impositori di autorizzare il terzo incanto dei beni immobili ma eventualmente solo un quarto tentativo di vendita.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca