Postino falsifica firma su raccomandata » E’ reato


Il postino falsifica la tua firma sulla raccomandata: è colpevole di accidia e con dolo.

Falsificare delle firme allo scopo di concludere più velocemente il lavoro non può essere considerata una semplice leggerezza, ma comporta la condanna per aver prodotto un atto falso.

Questo l’orientamento della Corte di Cassazione espresso con sentenza numero 8422/14.

Falsificazione firme: postino compie reato

Il postino che esegue una falsificazione della firma del destinatario sugli avvisi di ricevimento delle raccomandate per non dover tornare sullo stesso luogo una seconda volta, perché la prima ha trovato chiuso, commette reato.

Lo statuisce la Suprema Corte con la sentenza in esame.

A parere degli Ermellini non si tratta di una semplice leggerezza, ma c’è proprio una coscienza e volontà, cosiddetto dolo, da parte del pubblico impiegato di falsificare la firma del destinatario.

In questi casi, al destinatario del plico non resta che far eseguire una perizia calligrafica e confrontare l’esito con la grafia del postino.

25 Febbraio 2014 · Giovanni Napoletano


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui





Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!


Costa sto leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Postino falsifica firma su raccomandata » E’ reatoAutore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 25 Febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nelle categorie Numero di commenti e domande: 0. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.' .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)