Possono togliermi la casa?

Salve, vorrei un informazione preziosa riguardante la mia posizione: ho 7 prestiti in corso con varie finanziarie, con rate che in tutto ammontano a circa 800,00 euro al mese, in più ho un prestito personale con la banca con rate di 556,00 euro mensili.

La mia busta paga è di 1400 euro netti con una cessione di 200 euro in corso. Per cui percepisco 1200 euro al mese.

Purtroppo non finisce qui!!! ho un mutuo di 250,00 euro al mese che pago regolarmente insieme al prestito personale della banca. Ho provato a fare prestiti per l'estinzione dei debiti delle finanziarie rivolgendomi sia alla banca che alle varie finanziarie, con risultato sempre negativo.

Vengo alla mia domanda: pagando regolarmente sia il mutuo della casa che il prestito personale della banca,non mi rimane nulla dallo stipendio e naturalmente non riesco a pagare le finanziarie; Possono pignorarmi la casa pur avendo solo altri 10 anni da pagare? cosa posso fare? Grazie per l'aiuto.

Se smette di pagare, la prima conseguenza sarà la segnalazione in SIC (si scordi da quel momento l'accesso al credito). Poi arriveranno i solleciti stragiudiziali.

Dopo 7-8 rate di ritardo arriverà la DBT (Decadenza del beneficio del termine). Da quel momento in poi il pericolo degli atti giudiziari si farà concreto.

Nel Suo caso la massa debitoria appare frazionata, si tratta presumibilmente di diversi piccoli prestiti, che nell'insieme possono risultare in un importo considerevole.

Gli inglesi parlano di "run into debts" io preferisco "la spirale dei debiti", quando si accende un prestito per coprire le rate di un altro... credo che sia questo il Suo caso.

Il rischio più concreto ed immediato sarà il pignoramento del quinto dello stipendio (cessione volontaria e pignoramento del quinto possono convivere), ma varrà solo per il primo creditore che si attiverà, gli altri potranno soltanto mettersi in coda.

Il Suo immobile è già gravato da ipoteca di primo grado, i successivi creditori eventualmente procedenti, pertanto, in caso di esproprio immobiliare dovrebbero soddisfare prima la banca che ha concesso il mutuo: bisogna vedere se la capienza di valore del Suo immobile giustichi tanto sforzo, magari per debiti di poche migliaia di eur.

Consiglio: sicuramente dare la priorità al pagamento del mutuo. Se l'importo complessivo dei debiti non è basso, valutate l'eventualità di vendere l'immobile e chiudere a stralcio tutte le pendenze.

14 maggio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo - cambio o sostituzione
Cosa è il cambio o sostituzione del mutuo Il cambio del mutuo è la possibilità che il mutuatario esercita al fine di usufruire di condizioni finanziarie più favorevoli ed eventualmente di ottenere anche liquidità per soddisfare sopraggiunte necessità finanziarie. In questo caso è possibile estinguere il vecchio mutuo per accenderne ...
Siete indebitati e le società di recupero crediti vi perseguitano? Ecco come comportarsi
Ci riferiremo, tanto per fissare le idee, a debiti derivanti da acquisti effettuati avvalendosi di contratti di finanziamento per il così detto credito al consumo. La finanziaria, che non riesce a recuperare le somme erogate, non agisce direttamente contro il debitore. In genere non è organizzata, nè ha le competenze, ...
Regolazione stragiudiziale dei debiti
La regolazione extragiudiziale (o stragiudiziale) dei debiti consiste nella regolazione dei debiti rag­giunta senza l'intervento di un giudice. A tal fine è comunque necessario ottenere il consenso dei creditori. Quando i debiti sono in scadenza e non possono venire pagati, i creditori hanno la possibilità di rivolgersi all'autorità giudiziaria per ...
La fideiussione a garanzia supplementare del mutuo
Nel concedere un mutuo la banca deve considerare non solo il valore dell'immobile offerto in garanzia, ma anche la capacità economica del debitore di pagare le rate del mutuo (un elemento di valutazione è costituito dalla dichiarazione dei redditi). Per questa ragione, talvolta, viene richiesta la fideiussione da parte di ...
La surrogazione (o surroga) del mutuo – cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo
La surrogazione del mutuo è uno strumento per far conseguire risparmi ai mutuatari, previsto dalla Legge 40/2007 (legge Bersani). Con la surrogazione del mutuo, il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo senza la necessità di estinguere quello con la banca originaria, che non può ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su possono togliermi la casa?. Clicca qui.

Stai leggendo Possono togliermi la casa? Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 14 maggio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca