Pignoramento veicoli - Cosa accade se il bene non viene consegnato

Il codice di procedura civile dispone che il pignoramento di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi si esegue mediante notifica al debitore e successiva trascrizione di un atto nel quale si indicano esattamente i beni e i diritti che si intendono sottoporre ad esecuzione. Al debitore viene altresì formalmente rivolta l’ingiunzione di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni che si assoggettano alla espropriazione.

Il pignoramento contiene altresì l’intimazione a consegnare entro dieci giorni i beni pignorati, nonché i titoli e i documenti relativi alla proprietà e all’uso dei medesimi, all’istituto vendite giudiziarie (IVG) autorizzato ad operare nel territorio del circondario nel quale è compreso il luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.

Se il debitore non adempie, gli organi di polizia procedono al ritiro della carta di circolazione nonché, ove possibile, dei titoli e dei documenti relativi alla proprietà e all’uso dei beni pignorati e consegnano il bene pignorato all’istituto vendite giudiziarie (IVG) autorizzato ad operare nel territorio del circondario nel quale è compreso il luogo in cui il bene pignorato è stato rinvenuto.

Una volta che l’IVG abbia ricevuto in consegna il bene pignorato, ne assume la custodia e ne dà immediata comunicazione al creditore procedente, a mezzo posta elettronica certificata, ove possibile. Si tratta di una comunicazione importante perché rappresenta l’evento da cui decorre il termine di 30 giorni entro il quale il creditore procedente deve iscrivere a ruolo il pignoramento dell’autoveicolo pena l’estinzione del pignoramento stesso.

Cosa accade se il veicolo, pur registrato al PRA, non viene consegnato all’IVG dal debitore e gli organi di polizia preposti non riescono a reperire fisicamente il bene pignorato?

Alla domanda hanno risposto i giudici del Tribunale di Mantova con un’ordinanza del 26 maggio 2015. In particolare, è stato richiamato quanto disposto dal nuovo articolo 164-bis del codice di procedura civile, in base al quale se risulta che non è più possibile conseguire un ragionevole soddisfacimento delle pretese dei creditori, anche tenuto conto dei costi necessari per la prosecuzione della procedura, delle probabilità di liquidazione del bene e del presumibile valore di realizzo”, il giudice dell’esecuzione deve disporre la chiusura del processo esecutivo.

Ed infatti, pur non essendo preclusa la vendita di un bene mobile registrato senza la consegna fisica del bene stesso, chi mai sarebbe disposto a comprare un’automobile senza averla a disposizione?

29 Maggio 2015 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Pignoramento di autoveicoli con procedura semplificata - La consegna coattiva del mezzo all'Istituto Vendite Giudiziarie da parte della polizia stradale
Occorre, anzitutto, premettere che, il nuovo pignoramento semplificato di cui all'articolo 521 bis del codice di procedura civile non è l'unica procedura che viene obbligatoriamente attivata nel caso in cui oggetto di esecuzione mobiliare siano autoveicoli, motoveicoli o rimorchi: ma resta valido, comunque, il rimedio alternativo previsto dall'articolo 518 del codice di procedura, a discrezione del creditore pignorante. Secondo l'articolo 521 bis del codice di procedura civile, il pignoramento di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi può essere eseguito anche mediante notifica al debitore e successiva trascrizione di un atto nel quale si indicano esattamente, i beni e i diritti che si ...

Pignoramento dei veicoli di proprietà del debitore
Le nuove disposizioni introdotte dal decreto legge 132/2014, prevedono che il pignoramento dei veicoli si esegua mediante notifica al debitore e successiva trascrizione di un atto nel quale si indicano esattamente, con gli estremi richiesti dalla legge speciale per la loro iscrizione in pubblici registri, i beni e i diritti che si intendono sottoporre ad esecuzione. Con l'atto di pignoramento il debitore è nominato custode dei beni pignorati e gli viene intimato di consegnare entro dieci giorni i veicoli pignorati, nonché i titoli e i documenti relativi alla proprietà e all'uso degli stessi, all'Istituto Vendite Giudiziarie. Al momento della successiva ...

Pignoramento degli autoveicoli » Le novità introdotte dalla Riforma della Giustizia
La riforma della giustizia ha cambiato radicalmente molte norme riguardo all'esecuzione forzata: scopriamo le novità per quanto riguarda il pignoramento dei veicoli. Con l'entrata in vigore della riforma della giustizia, il pignoramento degli autoveicoli dovrà effettuarsi secondo le nuove regole dettate dal legislatore. Applicabile a tutti i procedimenti iniziati a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione, la nuova forma di pignoramento, unitamente alla possibilità di accedere alla banca dati del Pra (Pubblico registro automobilistico), dovrebbe portare ad una notevole semplificazione della procedura esecutiva. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento veicoli - cosa accade se il bene non viene consegnato. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento veicoli - Cosa accade se il bene non viene consegnato Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 29 Maggio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento di auto e moto Inserito nella sezione pignoramento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)