Pignoramento del quinto con una cessione dello stipendio già in corso

Indice dei contenuti dell'articolo


Lo stipendio può essere pignorato nella misura di un quinto.

La presenza di eventuali cessioni o deleghe volontarie non preclude la possibilità del pignoramento di un quinto, per decreto ingiuntivo o precetto con titolo esecutivo.

Tuttavia la quota pignorata e la quota ceduta e/o delegata non possono, insieme, superare la metà dello stipendio.

8 Novembre 2012 · Simone di Saintjust

Indice dei contenuti dell'articolo




Condividi il post e dona


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento del quinto con una cessione dello stipendio già in corso. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento del quinto con una cessione dello stipendio già in corso Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 8 Novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 30 Aprile 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Anna Carmela Carchia 18 Novembre 2014 at 20:25

    Volevo sapere io quando lavoravo ho fatto da garante a mio marito! Per un prestito. Dopo pochi mesi ho perso il lavoro. Mio marito ha anche una cessione del quinto dello stipendio. Abbiamo pagato 24 rate ma da tre mesi non sto più pagando perché non riusciamo più. Ho fatto vedere la pratica ad un ‘ avvocato e ha visto che ci sono gli interessi usura! Da premettere che siamo nulla tenente. Solo una macchina di piccola cilindrata che ha 11 anni! Cosa ci può succedere! Grazie

    • Simone di Saintjust 18 Novembre 2014 at 21:14

      Può accadere che venga chiesto un decreto ingiuntivo nei confronti di suo marito, finalizzato a pignorargli successivamente il quinto dello stipendio, dal momento che la cessione in corso non è ostativa al prelievo coattivo sulla retribuzione. .

      In sede di opposizione al decreto ingiuntivo, con il supporto dell’avvocato a cui si è già rivolta, potrà eccepire l’applicazione degli interessi usurari.