Pignoramento pensione su conto » Si può se il creditore non è lo Stato

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Si può effettuare il pignoramento della pensione nella misura di un quinto ove la stessa superi un determinato importo adeguato alle proprie esigenze di vita

Richiamando questo principio, sancito dalla Corte di Cassazione con sentenza 6548/11, il Tribunale di Napoli, con l’ordinanza del 28/05/2013, ha stabilito che: I limiti di pignorabilità della pensione non operano ove venga assoggettato ad espropriazione il credito del pensionato derivante da rapporto di conto corrente bancario sul quale questi abbia chiesto l’accredito dei ratei di pensione.

E’ quanto statuito dal Tribunale di Napoli, sezione distaccata di Casoria, in persona del dott. Gian Andrea Chiesi, con ordinanza pronunziata in data 28/05/2013 in tema di pignorabilità delle somme versate a titolo di pensione sul conto corrente bancario.

Nel caso di specie, il creditore procedente aveva pignorato le somme versate a titolo di pensione dal debitore sottoposto ad esecuzione sul conto corrente.

Ebbene, il Giudice dell’esecuzione, conformandosi a precedente orientamento giurisprudenziale, ha stabilito che quando le somme di denaro derivanti da pensione vengono versate su di un conto corrente, perdono la loro peculiarità ed individualità confondendosi con il restante patrimonio del debitore sottoposto ad esecuzione, e, dunque, viene meno il conseguente divieto di pignorabilità nella misura eccedente il quinto.

Ed infatti, all’atto del versamento della somma sul conto corrente, cessa il rapporto giuridico tra il pensionato, soggetto sottoposto ad esecuzione nella procedura di pignoramento presso terzi, e l’ente pagatore e, quindi, vengono anche meno i limiti alla pignorabilità poiché nasce un nuovo rapporto tra banca e correntista che non è soggetto ai limiti di pignorabilità previsti per la pensione.

In conclusione, dunque, il Tribunale ha stabilito che nel caso de quo non trovassero applicazione le limitazioni al pignoramento della pensione previste dall’articolo 545 cod. proc. civ, atteso che la pensione, una volta corrisposta, si confonde interamente con il patrimonio del percettore, con conseguente possibilità per il creditore procedente di “aggredire” l’intero conto corrente del debitore sottoposto ad esecuzione.

12 Luglio 2013 · Stefano Iambrenghi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Arretrati e giacenze di pensione e di stipendio accreditati in conto corrente - Restano i limiti di pignorabilità dettati dall'articolo 545 del codice di procedura civile » Le somme versate in conto corrente non perdono la loro identità di crediti pensionistici o di lavoro
La giurisprudenza prima della riforma dell'articolo 545 del codice di procedura civile, riteneva pignorabile (o sequestrabile) l'importo versato nel conto corrente del trattamento pensionistico o da retribuzione da lavoro dipendente in base al principio secondo il quale le somme versate perdono la loro identità di crediti pensionistici o di lavoro e, pertanto, non sono sottoposte ai limiti di pignorabilità dipendenti dalle cause che diedero origine agli accrediti, con conseguente applicazione del principio generale di cui all'articolo 2740 del codice civile e cioè che il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri. L'articolo 545 del ...

Atto esecutivo sentenza e pignoramento conto corrente e pensione
Io percepisco una pensione di invaliditò al 100% di 290€ circa al mese su un conto corrente a me intestato e dove tutti i mesi ho 2 addebiti automatici uno da 100€ e uno da 213€ per chiudere l'importo delle carte di credito. Ora mi trovo con una sentenza del giudice di pace che riconosce alla controparte 1880€ più 200€ di tribunale. Volevo sapere se mi pignorano il conto corrente si prendono anche la pensione? e come faccio a continuare a pagare le rate? ...

Pignoramento delle somme depositate in conto corrente e principio generale di fungibilità del denaro
Per individuare la natura di un credito (ivi compreso quello avente ad oggetto somme di denaro) occorre accertare il titolo per il quale certe somme sono dovute ed i soggetti coinvolti nel rapporto obbligatorio. Ne consegue che, laddove il creditore procedente sottoponga a pignoramento somme esistenti presso un istituto bancario ove il debitore intrattiene un rapporto di conto corrente il credito dei debitore che viene pignorato è il credito alla restituzione delle somme depositate che trova titolo nel rapporto di conto corrente. Sono, quindi, del tutto irrilevanti le ragioni per le quali quelle somme sono state versate su quel conto ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento pensione su conto » si può se il creditore non è lo stato. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)