Pignoramento denaro depositato in conto corrente estero » Possibile?

Indice dei contenuti dell'articolo


E' possibile il pignoramento del denaro depositato in un conto corrente estero

Sono un imprenditore di Roma e vorrei chiedervi alcune informazioni. A causa della mia attivà, che sta andando molto male, ho accumulato diversi debiti.

Per prevenire possibili esecuzioni forzate, anni fa, ho aperto un conto corrente in un istituto di credito fuori dall'Italia.

E' possibile che mi venga effettuato il pignoramento, anche di quel conto corrente?

Il pignoramento del conto corrente estero

Purtroppo, per lei, è possibile: infatti, ogni cittadino risponde dei propri debiti con tutti i suoi beni, anche se i beni sono ubicati all'estero e qualunque sia il creditore, privato o pubblico.

L'articolo 2740 del Codice Civile, recita: Il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri. Le limitazioni della responsabilità non sono ammesse se non nei casi stabiliti dalla legge.

Comunque, per un creditore, il problema di aggredire conto correnti bancari esteri è, semmai, di natura pratica, e non giuridica. Infatti, il creditore, dovrebbe per prima cosa essere a conoscenza dell'esistenza di tali conti esistenti fuori dall'italia e, successivamente, del nome della banca presso cui i soldi sono situati.

Quest grana può essere superata in due modalità.

Innanzitutto, se il debitore ha regolarmente denunciato il conto corrente al Fisco, come stabilito dall'articolo 492, comma 7, del codice di procedura civilei,il creditore potrebbe chiedere all'ufficiale giudiziario di rivolgersi ai soggetti gestori dell'anagrafe tributaria e di altre banche dati pubbliche per l’individuazione dei beni del debitore. Quindi, l’esistenza dei conti all'estero (per esempio, in Svizzera) risulterà immediatamente.

La seconda strada percorribile dal creditore, è quella di un accesso al luogo di residenza o alla sede legale del debitore con l’ufficiale giudiziario. Quest’ultimo, qualora non trovi beni sufficienti da pignorare, ingiunge al debitore di rivelargli l’esistenza di ulteriori beni.

A quel punto, dovrebbe stare nella buona fede del soggetto a cui si sta effettuando il pignoramento di rivelare eventuali conti esteri.

Bisogna notare, che pur essendo la falsa dichiarazione al pubblico ufficiale un illecito grave, nessuno, di norma, fornisce su un piatto d'argento i conti correnti esteri che dispone.

20 Giugno 2013 · Andrea Ricciardi


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento conto corrente condominale » E' possibile?
E' possibile il pignoramento del conto corrente condominiale? Analizziamo la questione nell'articolo seguente. Quando una compagnia che ha eseguito lavori, ad esempio di ristrutturazione, all'interno del condominio non riceve il pagamento della prestazione al termine dei lavori, scatta il principio della solidarietà sussidiaria tra condomini. Ciò vuol dire che i creditori devono agire in esecuzione forzata, in primo luogo nei confronti del condomino moroso, ossia nei confronti di colui che non è in regola con il versamento delle spese condominiali. Pertanto, per i creditori, è necessario dapprima effettuare un tentativo di escussione nei confronti dei condomini non adempienti, prima di ...

Pignoramento delle somme depositate in conto corrente e principio generale di fungibilità del denaro
Per individuare la natura di un credito (ivi compreso quello avente ad oggetto somme di denaro) occorre accertare il titolo per il quale certe somme sono dovute ed i soggetti coinvolti nel rapporto obbligatorio. Ne consegue che, laddove il creditore procedente sottoponga a pignoramento somme esistenti presso un istituto bancario ove il debitore intrattiene un rapporto di conto corrente il credito dei debitore che viene pignorato è il credito alla restituzione delle somme depositate che trova titolo nel rapporto di conto corrente. Sono, quindi, del tutto irrilevanti le ragioni per le quali quelle somme sono state versate su quel conto ...

Pignoramento del conto corrente cointestato - quando uno solo dei cointestatari è debitore
Molto spesso la banca, a seguito della notifica di un atto di pignoramento presso terzi, sottopone al vincolo del pignoramento l'intero saldo del conto cointestato al debitore sottoposto ad esecuzione. Ma, il pignoramento sulle somme depositate in un conto corrente bancario cointestato al debitore e ad una persona estranea all'obbligazione, non può riguardare l'intero ammontare del denaro depositato, dovendosi presumere la contitolarità degli intestatari del conto. In caso di deposito bancario, infatti, i rapporti interni tra i depositanti sono regolati dall'articolo 1298, secondo comma, codice civile, in forza del quale le parti di ciascuno si presumono uguali, se non risulta ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento denaro depositato in conto corrente estero » possibile?. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento denaro depositato in conto corrente estero » Possibile? Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 20 Giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 8 Marzo 2018 Classificato nella categoria pignoramento - domande e risposte