Pignoramento del quinto per rate insolute finanziamento cure mediche

Finanziamento e pignoramento

Nel settembre 2009 abbiamo chiesto un finanziamento per per l'acquisto di cure mediche. Abbiamo regolarmente pagato fino ad aprile c.a. ma successivamente non abbiamo potuto più far fronte al pagamento mensile.

Le rate sono di 70,00 mensili.

Lo so, son pochi e si da per scontato che una cifra così irrisoria si può pagare. Ma in una famiglia in cui ci sono 4 bambini ed entra un solo stipendio da impiegato e con altri debiti contratti per sopravvivere e per curarsi è tanto.

Nel mese di luglio veniamo contattati telefonicamente dalla finanziaria che ci invitava al pagamento, con soluzioni al pagamento delle rate insolute.

Chiediamo di poterne pagare due, ma ci viene risposto che dovevano essere almeno tre, e a quel punto per impossibilità non abbiamo pagato.

Una settimana fa invece si presenta telefonicamente un uomo che dice di essere un funzionario stragiudiziale che ci impone un pagamento entro il 14 settembre, per un importo non pari alle rate scadute, il che è normale dati gli interessi, ma con 123 euro di interessi in più.

Vale a dire 613 euro a fronte dei 490.

Altra ipotesi prospettata sono il pagamento di 3 rate, per un totale di 403 euro, in cui ci sono quasi 200 euro di interessi, in quanto 3 rate verrebbero 210 euro.

Minacciando che qualora non avessimo provveduto al pagamento di tale importo, la questione sarebbe diventata una controversia bancaria a tutti gli effetti e che avrebbero potuto mettere a quel punto mani sullo stipendio di mio marito.

Bene, io stamattina non ho potuto pagare ma ho chiamato direttamente la finanziaria pregandoli di posticipare la data e che addirittura avremmo deciso di chiedere un altro prestito per estinguere il debito con loro.

C’è stato risposto che possono metterci in contatto per l'estinzione del debito con una finanziaria, ma solo dopo avere pagato la cifra di 403 euro (per 3 rate) all'ufficio stragiudiziale.

Quindi io dovrei pagare 403 euro (per 3 rate) e poi tentare di estinguere il debito con un altro prestito.

La mie domande sono, a cosa vado incontro oggi non pagando? Davvero possono accedere allo stipendio di mio marito? E un importo così eccessivo dato dagli interessi elevati è legale?

Condizioni di rimborso del debito con interessi spropositati

Gli interessi sono spropositati e andrebbe richiesto loro un estratto conto (come previsto dalla legge) per capire l'entità dei tassi applicati.

In linea teorica potrebbero chiedere il pignoramento del quinto dello stipendio attraverso un decreto ingiuntivo e tramite avvocato. Ma dovrebbero, in questo caso, anticipare spese ed onorari molto superiori al credito che stanno tentando di recuperare. Le pare possibile?

Con il rischio, una volta ottenuto il decreto ingiuntivo di trovare lo stipendio di suo marito già pignorato di un quinto da un altro creditore che si è mosso in tempi più rapidi; nel qual caso dovrebbero accodarsi ed attendere l'estinzione del credito che ha originato il primo pignoramento.

Oppure suo marito potrebbe essere posto in cassa integrazione, oppure cambiare datore di lavoro.

Insomma, stiamo parlando di possibilità teorica ma realmente del tutto improbabile.

Il mio giudizio, signora Rita, è che lei sta dedicando troppo tempo alla questione e ne sta ricavando uno stato ansiogeno assolutamente fuori luogo.

Chiami o scriva al creditore.

"Abbiamo intenzione di estinguere il debito. Proponiamo 9 rate da 50 euro ciascuna.

A partire da Gennaio, perchè adesso i 50 euro della rata mi servono. E di interessi non se ne parla nemmeno.

Se accettate mi fate sapere. Altrimenti procedete pure come volete, ma non chiamate più a questo numero altrimenti vi denuncio per molestie all'Autorità Giudiziaria e segnalo la società al garante per la Privacy!"

E qui deve finire la cosa, gentile signora.

14 settembre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento dello stipendio con cessione e separazione - a volte conviene
Sono un lavoratore dipendente su cui incombono azioni esecutive promosse da Equitalia e da altri creditori. Attualmente percepisco circa 1700 euro netti al mese. Anni fa ho ceduto il quinto dello stipendio per far fronte ad una grave malattia che mi ha colpito all'improvviso (fanno tutte così) e per la ...
Contratti di prestito – cessione del quinto dello stipendio
La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato all'acquisto di uno specifico bene o servizio ed è disciplinato dalla normativa sul credito al consumo. Il prestito attraverso la cessione del quinto dello stipendio può essere richiesto esclusivamente dal lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, il quale ottiene ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Coesistenza fra pignoramento stipendio e cessione del quinto - calcolo delle quote pignorabili e cedibili
Cosa succede quando pignoramento dello stipendio e cessione del quinto si cumulano. Come si calcola la quota pignorabile quando il pignoramento dello stipendio è successivo ad una cessione del quinto. Le regole per determinare la quota cedibile che si applicano nel caso in cui, invece, la cessione del quinto dello ...
Equitalia e le 120 rate » Piccolo prontuario per il debitore
Equitalia e la nuova rateazione: i requisiti e le somme. Ecco tutto ciò che c'è da sapere se si vuole dilazionare in 10 anni la cartella esattoriale e fare pace con l'agente della riscossione. Il prontuario. Sono svariate migliaia i cittadini e le imprese che hanno atteso che diventasse operativa ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento del quinto per rate insolute finanziamento cure mediche. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento del quinto per rate insolute finanziamento cure mediche Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 14 settembre 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca