Limitazione della quota pignorata della pensione

Se il creditore dispone di un decreto ingiuntivo, o di un titolo esecutivo, e procede scegliendo il pignoramento presso terzi, come forma di riscossione coattiva, il giudice non può esimersi dal pignorare una quota della pensione.

La quota pignorata non può superare la differenza fra metà della pensione e la quota ceduta. L'importo che residua al pensionato, al netto di pignoramento e cessione, non può essere inferiore al cosiddetto "minimo vitale" (circa 500 euro). La quota pignorata non può essere superiore al quinto della pensione netta.

All'interno di questi paletti, il giudice ha un certo grado di discrezionalità, specie a fronte di situazioni particolari. Ma non può decidere, sua sponte, di ignorare, o comprimere, il diritto del creditore al pignoramento.

9 novembre 2012 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca