Pignoramento beni del debitore

A meno che non entrino in gioco fattori personali o emotivi (in pratica lo "sfizio"), nessun creditore assennato procederebbe per decreto ingiuntivo.

Perchè il debitore potrebbe opporre una eventuale violazione di clausole contrattuali relative all'anticipato ritiro del veicolo, con richiesta riconvenzionale di penali e ristoro dei danni patiti in seguito alla decisione assunta dal noleggiatore.

Perché il debitore potrebbe rilevare come eccessive le spese legali e gli interessi moratori rispetto all'importo iniziale ed al tempo trascorso dal mancato pagamento della fattura. Chiedendo la quantificazione del tasso di interesse.

Perchè una cosa è farsi scrivere una lettera di messa in mora dall'avvocato amico del "cugino", un'altra è anticipare spese ed onorari per una richiesta di decreto ingiuntivo da presentare in Tribunale.

Perchè il debitore potrebbe non essere nella disponibilità di beni agevolente pignorabili.

21 novembre 2012 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca