Il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai Equitalia avvia

L'unico pericolo derivante dal trasferire la residenza a casa della Sua compagna, potrebbe derivare da un eventuale pignoramento mobiliare da parte di Equitalia che andrebbero a colpire indiscriminatamente i beni presenti alla residenza dei quali non si possa dimostrare la proprietà di terzi. E' da dire però:
a) il pignoramento mobiliare è poco praticato da Equitalia;
b) è possibile, in via precauzionale, che la Sua compagna Le faccia un contratto di comodato d'uso gratuito dell'appartamento e dei beni in esso contenuti: tale contratto - debitamente registrato presso l'ufficio del registro - la tutelerebbe nell'eventualità di un pignoramento mobiliare, potendo dimostrare la proprietà di terzi dei beni.

Pertanto, tenuto conto di quanto sopra, può trasferire tranquillamente la residenza.

2 novembre 2012 · Lilla De Angelis

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai equitalia avvia. Clicca qui.

Stai leggendo Il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai Equitalia avvia Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 2 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca