Pignoramento mobili per carte di credito impagate

Possono fare pignoramento presso la residenza del debitore per cifre poco rilevanti?

Non riesco più a pagare tre carte di credito e temo che pignorino i mobili di proprietà dei miei genitori, abitando io in comodato d'uso in un'abitazione di loro proprietà.

Il contratto di comodato d'uso è già registrato presso l'agenzia delle entrate.

Posso modificarlo aggiungendo i mobili che in esso sono presenti ?

E può questo valere come prova della proprietà dei miei genitori?

Non hanno sicuramente scontrini in quanto i mobili presenti sono per lo più antichi.

Come posso provare che siano i loro?

Ma possono fare pignoramento dei mobili per cifre così poco rilevanti?

Molto raramente il creditore procede con pignoramento presso la residenza del debitore

Nel contratto deve essere specificato che viene concesso in comodato un appartamento ammobiliato: comunque, va aggiunto che molto raramente il creditore procede con pignoramento presso la residenza del debitore. Si tratta di azione esecutiva poco conveniente, se non in casi molto particolari.

9 ottobre 2012 · Giorgio Martini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento mobili per carte di credito impagate. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento mobili per carte di credito impagate Autore Giorgio Martini Articolo pubblicato il giorno 9 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca