Pignoramento esattoriale da parte dell'ufficiale giudiziario

Pignoramento esattoriale presso residenza debitore - come dimostrare la proprietà di terzi dei beni pignorati

Vorrei sapere se è vero quanto ho sentito in base al dpr 73/602, e cioè che il pignoramento esattoriale presso la residenza del debitore può essere opposto in base all'oposizione scritta nell'art 58 terzo comma del citato dpr.

Allego parte del articolo 58 che interessa:

Il coniuge, i parenti e gli affini fino al terzo grado del debitore iscritto a ruolo e dei coobbligati, per quanto riguarda i beni mobili pignorati nella casa di abitazione o nella azienda del debitore o del coobbligato, o in altri luoghi a loro appartenenti, possono dimostrare la proprietà del bene esclusivamente con atti pubblici o scritture private di data certa anteriore:

  1. alla presentazione della dichiarazione, se prevista e se presentata;
  2. al momento in cui si è verificata la violazione che ha dato origine all'iscrizione a ruolo, se non è prevista la presentazione della dichiarazione o se la dichiarazione non è comunque stata presentata;
  3. al momento in cui si è verificato il presupposto dell'iscrizione a ruolo, nei casi non rientranti nelle ipotesi di cui alle lettere a) e b)

Quindi vorrei sapere se è vero? E cosa mi consigliate per salvaguardare i beni mobili della mia abitazione in cui ha residenza la mia compagna che ha due avvisi di accertamento iscritti a ruolo.

Equitalia e pignoramento presso residenza debitore - come il terzo può dimostrare la proprietà del bene pignorato

Abbiamo anche detto che Equitalia non procede, se non in casi eccezionali, al pignoramento presso la residenza del debitore.

Quando poi si parla di beni mobili, ci si riferisce anche (soprattutto, direi) ad azioni, titoli di stato, obbligazioni nominative che allora i cosiddetti "cassettisti" detenevano in casa, chiusi in cassaforte. Oppure a quadri e sculture d'autore o a mobili di pregio e d'antiquariato. Ancora, a collezioni preziose di francobolli, di accendini e penne stilografiche o orologi Rolex.  Porcellane di Capodimonte, posaterie d'argento, cristallerie Swarowski.

In questo contesto non poteva certo assumere validità, ad esempio, una scrittura privata in cui si trasmetteva ad un terzo un pacchetto rilevante di Fiat privilegiate in data successiva a quella in cui si erano formati i presupposti per l'iscrizione a ruolo; oppure la proprietà di un trittico di Gronchi rosa.

Ora, se la sua compagna risiede presso di lei da prima che si siano formati i presupposti per i debiti erariali; se lei teme per i mobili di casa di cui non ha fattura d'acquisto; se non vuole affidare a qualcuno i quadri d'autore e gli altri beni preziosi indicati in premessa e ritiene non sufficiente il contratto di comodato registrato in epoca successiva alla formazione dei presupposti per l'iscrizione a ruolo,  non deve fare altro che fittare un locale, anche fatiscente, in cui traslocare la residenza della sua compagna per qualche tempo (bastano un paio di mesi). Quindi stipulerà con la sua compagna un contratto di locazione di una stanza presso la sua abitazione con comodato gratuito dei mobili, lo registrerà e farà acquisire alla sua compagna di nuovo la residenza attuale.

Se poi pensa e crede che l'ufficiale giudiziario e la GdF faranno controlli presso l'anagrafe per acquisire agli atti il certificato di residenza storico della sua compagna e procedere, nonostante tutto, alla vendita all'asta del divano e del tavolo da pranzo, beh, allora non le resta altro che rassegnarsi al pignoramento o rompere il legame con la compagna, mandandola via da casa.

23 ottobre 2012 · Loredana Pavolini


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Opposizione a pignoramento esattoriale presso residenza o azienda del debitore
Il terzo che pretende avere la proprietà o altro diritto reale sui beni pignorati dal concessionario della riscossione può proporre opposizione con ricorso al giudice dell'esecuzione, prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione dei beni, ovvero, prima della data fissata per il primo incanto. L'opposizione non può essere proposta ...
Equitalia e pignoramento presso la residenza del debitore » Una pratica sempre meno usata
Il pignoramento mobiliare presso la residenza del debitore, è difficilmente utilizzato da equitalia: vediamo i motivi. Coloro che vivono in un immobile in regime di affitto in comodato, e non possiedono altro che non i beni mobili che arredano l'appartamento, hanno poco da temere nei confronti di Equitalia. Ciò, perché, ...
Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Pignoramento esattoriale presso terzi di cose o somme di denaro
Decorso inutilmente il termine di sessanta giorni dalla notifica della cartella esattoriale, Equitalia può chiedere a soggetti terzi, debitori del soggetto che è iscritto a ruolo o dei coobbligati, di indicare per iscritto, ove possibile in modo dettagliato, le cose e le somme da loro dovute. Nelle richieste formulate è ...
Il pignoramento esattoriale
Se non si paga una cartella esattoriale, entro 60 giorni dalla sua notifica, l'agente della riscossione può mettere in atto le procedure esecutive che ritiene più opportune al fine di riscuotere il dovuto. Si va dal fermo amministrativo dell'auto all'iscrizione di ipoteca sulla casa, fino ad arrivare all'espropriazione forzata (pignoramento ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento esattoriale da parte dell'ufficiale giudiziario. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento esattoriale da parte dell'ufficiale giudiziario Autore Loredana Pavolini Articolo pubblicato il giorno 23 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento presso residenza debitore - presunzione legale proprietà Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca