La riscossione diretta - Nozione di beneficiario del pagamento da parte della PA

Per quanto riguarda la nozione di soggetto beneficiario  esso consiste nel destinatario di un pagamento, a qualunque titolo, di una somma superiore a 10.000,00 euro da effettuarsi da parte dei soggetti pubblici. Pertanto, la procedura di verifica non deve iniziare, e, se erroneamente iniziata, deve essere immediatamente interrotta, qualora il credito del soggetto beneficiario non superi tale somma.

Inoltre, va evidenziato che tra le diverse Amministrazioni Pubbliche non sussistono quegli obblighi di garanzia e cautela in materia di adempimento delle cartelle di pagamento sottesi alla ratio dell'articolo 48-bis. Di conseguenza, non è necessario l'espletamento della procedura di verifica  nelle ipotesi di pagamenti e di trasferimenti a vario titolo di somme tra soggetti pubblici o a favore di società a totale partecipazione pubblica.

Infine, siccome l´articolo 48-bis fa genericamente riferimento alle società a totale partecipazione pubblica, senza nulla specificare in ordine alle partecipazioni indirette, si evidenzia, altresì, che le società tenute a dare applicazione alla disciplina in discorso sono esclusivamente quelle a totale partecipazione pubblica diretta.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la riscossione diretta - nozione di beneficiario del pagamento da parte della pa. Clicca qui.

Stai leggendo La riscossione diretta - Nozione di beneficiario del pagamento da parte della PA Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 28 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento esattoriale - immobiliare e mobiliare Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Anonimo 20 febbraio 2019 at 19:31

    Buonasera, mi è stato notificato un atto di pignoramento presso terzi da parte di Agenzia Riscossione, con cui venivo avvisato che sarebbero stati pignorati dei crediti che ho nei confronti dell’INPS. Il debito complessivo risulta essere di euro 30.000, i crediti già maturati nei cfr dell’ INPS alla data di notifica dell’ atto di pignoramento 7.500,00.
    Come faccio a sapere se l’ INPS ha già eseguito l’ordine di pagamento delle somme richieste?

    • Ludmilla Karadzic 21 febbraio 2019 at 04:52

      Rilevando la sua posizione debitoria verso Agenzia delle Entrate Riscossione: se il pagamento è già stato eseguito dall’INPS, il debito complessivo sarà sceso dai 30 mila iniziali contabilizzati prima dell’ordine diretto di riscossione coattiva.

  • ramonn 16 ottobre 2013 at 09:09

    Salve avrei bisogno di un’informazione.
    Equitalia ha fatto un pignoramento presso terzi ad un precedente datore di lavoro. Rapporto di lavoro interrotto da oltre due anni.
    E’ possibile in questo caso rischiedere un risarcimento danni ad Equitalia per violazione della privacy avendo loro fornito informazioni relative all’indebitamento ad un soggetto non interessato?

    • Simone di Saintjust 16 ottobre 2013 at 10:38

      Può provare senz’altro a presentare un ricorso al Garante della Privacy.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca