Indice del post pignoramento dello stipendio - gli adempimenti fiscali - indebitati.it

Quali sono gli adempimenti fiscali in termini di ritenuta d'acconto che devono essere osservati dal terzo pignorato, dal creditore pignoratizio e dal debitore. Esempi pratici riferiti alle situazioni più comuni ed alle casistiche più frequenti. Pignoramento dello stipendio e della pensione - quadro complessivo Il quadro complessivo della questione relativa alla pignorabilità dei crediti da lavoro dei dipendenti pubblici e dei lavoratori privati, quale emerge dai ripetuti interventi del giudice costituzionale è il seguente: a) gli stipendi, salari, pensioni, indennità di  fine rapporto, assegni di quiescenza, indennità integrativa speciale ecc., possono essere pignorati, per causa di alimenti, previo decreto [ ... leggi tutto » ]

La norma sulla ritenuta alla fonte per le quote pignorate Con provvedimento del 3 marzo 2010, il direttore dell'Agenzia delle entrate ha emanato le disposizioni che regolano l'effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi di cui all'articolo 21, comma 15, della legge 27 dicembre 1997, numero 449, come modificato dall'articolo 15, comma 2, del Decreto Legge 1 luglio 2009, numero 78, convertito in Legge 3 agosto 2009, numero 102. Gli adempimenti fiscali del sostituto d’imposta In caso di pagamento eseguito mediante pignoramenti presso terzi (nel nostro caso la ditta), quest'ultimo [ ... leggi tutto » ]

A fronte dei pagamenti effettuati, il terzo erogatore è tenuto ai seguenti adempimenti: a) versare la ritenuta operata ai sensi dell'articolo 1 utilizzando l'apposito codice tributo (1049, ris. AE 18/2010), entro il giorno 16 del mese successivo a quello di applicazione della ritenuta; b) comunicare al debitore l'ammontare delle somme erogate al creditore pignoratizio nonché le ritenute effettuate (non è previsto un termine; l'A.E. precisa che deve essere effettuata nei termini utili per la presentazione della dichiarazione dei redditi); c) certificare al creditore pignoratizio l'ammontare delle somme erogate e delle ritenute (entro il consueto termine del 28 febbraio e [ ... leggi tutto » ]

Il creditore pignoratizio è tenuto a indicare i redditi percepiti e le ritenute subite nella dichiarazione dei redditi anche se si tratta di redditi soggetti a tassazione separata, a ritenuta a titolo d'imposta o a imposta sostitutiva. La tassazione definitiva delle somme è affidata al creditore pignoratizio, anche nel caso in cui le somme erogate configurino redditi soggetti a tassazione separata, o soggetti a ritenuta a titolo di imposta o a imposta sostitutiva. (A.E. circolare 8/2011). Se le somme erogate costituiscono redditi di lavoro dipendente o assimilati, qualora il creditore pignoratizio (lavoratore dipendente o collaboratore) intenda chiedere al proprio [ ... leggi tutto » ]

16 giugno 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post pignoramento dello stipendio - gli adempimenti fiscali - indebitati.it. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Pignoramento dello stipendio - gli adempimenti fiscali - indebitati.it Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 16 giugno 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento di stipendi e pensioni Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca