Quadro riassuntivo dei vantaggi connessi

  1. alta probabilità che la vendita all'asta vada deserta, in presenza di un diritto personale di godimento per il coniuge del proprietario esecutato;
  2. in caso di vendita il coniuge del proprietario esecutato mantiene il diritto personale di godimento sulla casa, acquisito in sede di separazione legale; sarà un bel vedere come l'eventuale nuovo acquirente riuscirà a scardinare tale diritto per vie legali;

Visto che ci siamo, un altro consiglio: calcola bene l'importo da destinare all'assegno di mantenimento. E' vero che potrai sottrarre quella somma ad un eventuale pignoramento presso terzi di stipendio, pensione, parcelle professionali e potrai detrarla dalle tasse. L'assegno di mantenimento al coniuge separato diventa, infatti, un credito alimentare e come tale non pignorabile e deducibile dall'Irpef.

Ma è anche vero che non devi far superare al nucleo familiare, costituito da moglie e figli affidati, la soglia di reddito (ISEE) al di sotto della quale è possibile fruire di benefici quali la riduzione delle tasse scolastiche, dei costi per le utenze domestiche, delle rette per asilo nido, mense scolastiche ed altri bonus.

12 novembre 2011 · Rosaria Proietti

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca