Pignoramento originato dai rilevanti debiti accumulati

Debiti rilevanti per mutuo e carte revolving

Per sopravvenuti motivi di sopravvivenza e non avendo nessuna intenzione di tagliarmi le vene, oggi nel pieno delle mie facoltà mentali, ho deciso di non pagare più nessuno: e quindi mi preparo ad affrontare l'iter del recupero crediti ed i vari assalti degli Esattori/Taglieggiatori che si presenteranno al mio cospetto.

La mia situazione e' la seguente: operaio con 1100 euro netti di stipendio, nessun conto corrente, ma solo una carta prepagata dove mi viene accreditato lo stipendio, separato consensualmente con obbligo di mantenimento di 300 euro mensili (che non verso per tacito accordo) ma esiste sentenza di tribunale che lo prevede.

1. Banca con Mutuo fondiario x liquidità di 110000 euro ne restano 90000 con rata 480 euro x 190 mesi C/ipoteca su prima casa la rata la verso per contanti allo sportello;
2. AgosDucato rata mensile di 198 euro x 120 mesi (la mia compagna convivente garante);
3. AgosDucato revolving di 30 euro al mese (1000 euro);
4. Findomestic revolving di 100 euro al mese (2000 euro);

Totale rata mensile di tutti i finanziamenti, più mantenimento: euro 1108 mensili.

Attualmente sarei intenzionato a pagare solo la rata del mutuo quindi, le mie domande sono:

1) Per evitare vendita all'asta della casa a seguito di mutuo fondiario con ipoteca posso chiedere alla banca di effettuare pignoramento di un 1/5 dello stipendio ed evitare che lo facciano le varie finanziarie?

2) la banca avrebbe interesse a riconsolidarmi tutto il debito in un unica rata allungando il periodo?

C'è capienza sufficiente per un possibile pignoramento dello stipendio

La metà del suo stipendio è 550 euro, il 20% del suo stipendio è pari a 220 euro, che sommati ai 300, dovuti obbligatoriamente per crediti alimentari, fanno 520.

Siamo in capienza e, pertanto, il primo creditore procedente fra Agos e Findomestic otterrà il pignoramento del quinto. Ma se il primo è Findomestic, e AGOS il secondo (non parliamo, naturalmente, della revolving da 30 euro/mese), quest'ultimo potrebbe chiedere il rimborso alla sua compagna convivente; lei nulla ci riferisce riguardo alla situazione economico patrimoniale del garante.

La Banca, purtroppo per lei, non ci penserà proprio a pignorarle lo stipendio e ad attendere il rimborso a "babbo morto". Ha come garanzia una iscrizione ipotecaria che le consentirà di rientrare dall'esposizione senza troppi patemi d'animo e, soprattutto, in fretta.

Insomma, la sua situazione non può propriamente definirsi rosea. Mi sembra che lei possa essere classificato come uno di quei debitori condannati a pagare i propri debiti.

Altrimenti, rischierebbe di vedersi decurtato lo stipendio quasi della metà, di perdere la casa e di vedere pignorati anche i beni della sua compagna convivente.

Ne consegue che continuare a pagare il mutuo è un obbligo indifferibile e non un'opzione. Così come deve necessariamente proseguire il rimborso del prestito di cui è garante la sua compagna.

Può snobbare le revolving Agos e Findomestic, ma si tratta di gocce nel mare dei suoi debiti.

Alla fine non le giova il credito alimentare preesistente, né varrebbe la pena chiedere una cessione del quinto per mitigare gli effetti di un eventuale pignoramento dello stipendio; dal momento che Agos, se trovasse la capienza del debitore principale al limite della soglia di pignorabilità, potrebbe benissimo escutere la sua compagna.

16 ottobre 2012 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento originato dai rilevanti debiti accumulati. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento originato dai rilevanti debiti accumulati Autore Annapaola Ferri Articolo pubblicato il giorno 16 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca