Cosa cambia per il pignoramento del conto corrente dal 1 luglio 2017

Cosa cambia per il pignoramento del conto corrente dal 1 luglio 2017.

Il tema del pignoramento presso terzi del conto corrente si fa caldo: a partire dal mese di luglio 2017, sarà possibile sottoporre i conti correnti direttamente alla procedura di pignoramento senza attendere l'autorizzazione del Tribunale.

Infatti, da luglio 2017 pare che l'Agenzia delle Entrate potrà procedere al pignoramento presso terzi immediatamente ed avviare la riscossione al momento stesso della notifica della cartella di pagamento (decorsi i 60 giorni dalla notifica).

Ai sensi dell'art. 1 del Decreto Legge n. 193/2016 citato, con decorrenza dal primo luglio 2017 l'ente di riscossione Equitalia non sarà più presente e prenderà il suo posto direttamente l'Agenzia delle Entrate con l'organo Agente della Riscossione e sarà dotato di tutti i poteri previsti dal D.P.R. n. 602/73.

Ma cosa cambia in sostanza?

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa cambia per il pignoramento del conto corrente dal 1 luglio 2017. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa cambia per il pignoramento del conto corrente dal 1 luglio 2017 Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 26 maggio 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 11 giugno 2018 Classificato nella categoria pignoramento di stipendi e pensioni Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca