Indice del post conto corrente con accredito di stipendio o pensione - il pignoramento

Per quanto attiene i crediti di natura esattoriale (in pratica quelli vantati dalla Pubblica Amministrazione per la quale agisce Equitalia o un Concessionario locale della riscossione) il pignoramento del conto corrente del debitore può essere effettuato sulle somme depositate, ma senza includere l’ultimo stipendio o pensione che deve restare sempre disponibile per qualsiasi necessità del contribuente sottoposto ad esecuzione. Il pignoramento del conto corrente per crediti di natura esattoriale è regolato dall'articolo 72 ter del DPR 602/73: al comma 2 bis, infatti, la norma dispone che nel caso di accredito di stipendio o pensione sul conto corrente intestato al [ ... leggi tutto » ]

In pratica, le somme dovute a titolo di stipendio o pensione, nel caso di accredito su conto bancario o postale intestato al debitore, possono essere pignorate (a causa di crediti non rimborsati di natura ordinaria o alimentare) per l’importo eccedente il triplo dell’assegno sociale quando l’accredito ha luogo in data anteriore al pignoramento. Ricordiamo, per inciso, che l’assegno sociale e' una prestazione assistenziale, cioe' una prestazione economica che non si basa, come le altre pensioni, sui contributi versati. Si tratta, quindi, di una provvidenza economica pensata per i soggetti anziani a basso reddito: quel che qui conta è che [ ... leggi tutto » ]

Supponiamo che l'importo della pensione accreditata sul conto corrente del debitore sia di 2000 euro ed il conto presenti una disponibilità, dopo l'accredito, pari a 3000 euro (sul conto corrente c'erano già depositati mille euro). Se il pignoramento è azionato da Equitalia (o altri Concessionari della riscossione agenti per conto di enti locali) il prelievo può interessare solo mille euro (l'importo dell'ultima pensione accreditata, pari a duemila euro, risulta impignorabile e deve essere lasciato nella disponibilità del debitore sottoposto ad esecuzione). Nelle stesse ipotesi, qualora il creditore proceda per crediti di natura alimentare o ordinaria e l'accredito della pensione [ ... leggi tutto » ]

L’orientamento ormai consolidato della giurisprudenza e' nel senso che il pignoramento sulle somme depositate in un conto corrente bancario, cointestato al debitore e ad altro soggetto, non puo' riguardare l’intero ammontare del denaro depositato, dovendosi presumere la contitolarita' degli intestatari del conto (Arbitro Bancario Finanziario - decisione 4816/2016). Com’e' noto, infatti, nel caso del deposito bancario (o postale), i rapporti interni tra i depositanti sono regolati dall’art. 1298 del codice civile, in virtu' del quale le parti di ciascuno si presumono uguali, salvo che risulti diversamente. In assenza di prova contraria, dunque, gli intestatari del conto corrente sono considerati [ ... leggi tutto » ]

18 agosto 2015 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post conto corrente con accredito di stipendio o pensione - il pignoramento. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Conto corrente con accredito di stipendio o pensione - Il pignoramento Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 18 agosto 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 21 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento del conto corrente bancario o postale Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca