Pignoramento del conto corrente cointestato a firma disgiunta quando vi affluiscono la pensione o lo stipendio del debitore

L'orientamento ormai consolidato della giurisprudenza è nel senso che il pignoramento sulle somme depositate in un conto corrente bancario, cointestato al debitore e ad altro soggetto, non può riguardare l'intero ammontare del denaro depositato, dovendosi presumere la contitolarità degli intestatari del conto (Arbitro Bancario Finanziario - decisione 4816/2016).

Com’è noto, infatti, nel caso del deposito bancario (o postale), i rapporti interni tra i depositanti sono regolati dall'art. 1298 del codice civile, in virtù del quale le parti di ciascuno si presumono uguali, salvo che risulti diversamente. In assenza di prova contraria, dunque, gli intestatari del conto corrente sono considerati creditori solidali della banca e le rispettive quote si presumono uguali.

Attesa la cointestazione del conto corrente, non può che concludersi che il cointestatario non debitore é totalmente estraneo al rapporto con il creditore pignorante e che le somme di pertinenza del cointestatario debitore – come tali suscettibili di espropriazione – devono ritenersi pari al 50% dell'importo complessivo presente sul conto corrente (ma la percentuale potrebbe variare se il cointestatario non debitore riesce a dimostrare che le somme a lui imputabili sono maggiori della metà del saldo). Tuttavia, in una simile circostanza la banca deve attenersi a pignorare il saldo di conto corrente: sarà poi cura del cointestatario non debitore rivolgersi al giudice dell'esecuzione per chiedere ed ottenere la restituzione di almeno il 50% del saldo di conto corrente disponibile al momento del pignoramento.

Le regole enunciate nelle sezioni precedenti vanno dunque applicate come se la disponibilità del conto corrente su cui confluiscono lo stipendio o la pensione del debitore cointestatario con altri n soggetti non debitori, sia uguale a quella complessiva diviso n.

18 agosto 2015 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati - clicca sul link dell'argomento di interesse

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info