Pignoramento del conto corrente e pignoramento presso la residenza del debitore

Nel pignoramento presso la residenza del debitore, di solito, non si assiste a scenate, se non quelle che potrebbero originarsi da comportamenti emotivi del soggetto escusso e dei suoi familiari.

E' pur vero che anche il creditore può chiedere di presenziare alle operazioni. Ma, ciò avviene, di norma, attraverso il proprio rappresentante legale e, comunque, l'ufficiale giudiziario ha la possibilità di sedare le eventuali schermaglie fra le parti coinvolte, direttamente facendo ricorso alla propria autorità di pubblico ufficiale o attraverso l'intervento della forza pubblica.

Il pignoramento di mobili, suppellettili, arredamenti ed impianti presso la residenza del debitore è azione esecutiva poco efficace e quindi si fa raramente ricorso ad essa, se non quando le circostanze (pregio della residenza) ne giustificano i costi. In teoria, però, sono pignorabili tutti i beni presenti nella residenza del debitore per i quali non può essere dimostrata l'appartenenza a terzi, attraverso l'esibizione di fatture nominative.

Pertanto la cameretta di vent'anni fa, il mobile Ikea, lo stereo ecc., sono beni pignorabili. Può ovviare, sempre che lei ritenga ne valga la pena, considerando la scarsa probabilità di un pignoramento presso una comune abitazione a fronte di debiti che non potrebbero essere soddisfatti da questa tipologia di riscossione coattiva, stipulando con la sua compagna un contratto di comodato e registrandolo all'Agenzia delle Entrate, prima che la sentenza venga pronunciata e sia ad essa apposta la clausola anche di provvisoria esecutività.

Infine, la disponibilità effettiva del conto corrente non può essere attribuita al delegato (e quindi il conto corrente non può essere pignorato) se il delegante è in grado di dimostrare la provenienza degli eventuali accrediti come riconducibile esclusivamente alla propria attività professionale.

Discorso diverso se sul conto corrente affluissero bonifici direttamente imputabili al delegato.

8 ottobre 2012 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca