Pignoramento della casa a causa di avallo di cambiali protestate

Cambiali avallate da mia madre che sono state protestate - Ora abbiamo la casa pignorata

Mia madre, per aiutare mio fratello in crisi con la propria azienda, ha avallato delle cambiali per 42 mila euro che sono andate protestate ed ora si ritrova con la casa pignorata (e la prima udienza per la pronuncia dell'ordinanza di vendita fissata per settembre).

In realtà il pignoramento attualmente è per Euro 30 mila ma immagino che il creditore procederà anche per i rimanenti 12000€.

Dopo aver esposto la situazione alla banca, sono riuscita ad ottenere un accordo in virtù del quale la banca stessa mi concederebbe fortunatamente un prestito per estinguere il pignoramento e successivamente un mutuo per acquistare la casa di mia madre (e che estinguerebbe il prestito ottenuto precedentemente).

La banca però per concedermi il prestito ha bisogno di una dichiarazione da parte del creditore nella quale sia specificata l'entità dell'importo dovuto e il tempo necessario per la cancellazione del pignoramento (informazione necessaria per ottenere il mutuo).

Il punto è proprio questo: può mia madre direttamente (senza avvalersi di un avvocato) fare questo tipo di richiesta formale all'avvocato del debitore? E può convertire il pignoramento e quindi cancellarlo versando la somma dovuta e sempre senza avvalersi di un avvocato?

E quale sarebbe la forma più esatta per fare tale richiesta in modo tale da estinguere definitivamente il debito e far sì che il creditore non abbia null'altro a pretendere da mia madre?

La mia paura è che l'ipotetica risposta dell'avvocato del creditore non tenga conto dei restanti 12000 euro e poi una volta chiuso con il pignoramento per i 30000 € ricominci una nuova procedura.

Insomma per farla breve vorrei che finisse il tutto senza brutte sorprese nè per mia madre nè per me che mi sto esponendo per salvare la casa!

La conversione del pignoramento non è un favore concesso dal creditore

La conversione del pignoramento non è un favore che la controparte concede a sua madre, ma un preciso diritto di sua madre, tutelato dalla legge.

Certo, è inevitabile, credo, che il creditore proceda successivamente per il residuo credito.

L'eventuale verificarsi di un simile evento non potrà scongiurarlo nessun avvocato, per quanto bravo ed affidabile sia. Ma è fuori di dubbio che anche nella procedura di conversione del pignoramento sua madre non potrà fare a meno di farsi assistere da un professionista.

18 ottobre 2012 · Piero Ciottoli


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cancellazione protesto cambiali prima della pubblicazione sul Registro Informatico dei Protesti
E' possibile acquisire il diritto ad essere depennati dall'elenco dei protesti prima dell'inserimento nella banca dati del RIP. Infatti, per evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti levati nell'arco di tempo compreso tra il giorno 27 ed il giorno 26 del mese successivo, si può presentare domanda di ...
Pignoramento della prima casa » Facciamo chiarezza
In tema di pignoramento immobiliare, ultimamente, i debitori italiani stanno facendo un pò di confusione. Dopo gli ultimi sviluppi normativi, infatti, molti si chiedono se sia stata disposta la cosiddetta impignorabilità della prima casa, oppure no. Obiettivo dell'articolo è chiarire al lettore questo aspetto. ...
Cambiali ed assegni post datati - nelle mani delle società di recupero crediti nuocciono gravemente alla salute del debitore!
Sono protestata da quasi un anno e mezzo e non sono riuscita ancora a saldare il mio debito. Dopo lettere intimidatorie da parte delle societa recupero crediti, visite di procuratori ed agenti esattoriali, ufficiali giudiziari, sono ancora col dubbio di quanto possa ancora resistere all'avviso di un pignoramento e quanto ...
Protesto cambiali – esercitare il diritto a non essere inseriti nel RIP
Per evitare gli effetti negativi della pubblicità di eventuali protesti di cambiali levati nell'arco di tempo compreso tra il giorno 27 ed il giorno 26 del mese successivo, è possibile presentare domanda di cancellazione dal tabulato entro il giorno 10 del mese successivo:  ciò consente di acquisire il diritto ad ...
Cancellazione protesto cambiali – Istanza per pagamento oltre i 12 mesi dal protesto
Esamineremo ora la procedura relativa alla "cancellazione per avvenuto pagamento, presentata oltre i 12 mesi dalla levata del protesto", altresì indicata come cancellazione per riabilitazione" La legge 18.08.2000, numero 235, che all'articolo 2 trasferisce alle Camere di Commercio la competenza circa la cancellazione dei protesti relativi agli effetti cambiari pagati ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento della casa a causa di avallo di cambiali protestate. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento della casa a causa di avallo di cambiali protestate Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 18 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 10 marzo 2018 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca