La conversione del pignoramento non è un favore concesso dal creditore

La conversione del pignoramento non è un favore che la controparte concede a sua madre, ma un preciso diritto di sua madre, tutelato dalla legge.

Certo, è inevitabile, credo, che il creditore proceda successivamente per il residuo credito.

L'eventuale verificarsi di un simile evento non potrà scongiurarlo nessun avvocato, per quanto bravo ed affidabile sia. Ma è fuori di dubbio che anche nella procedura di conversione del pignoramento sua madre non potrà fare a meno di farsi assistere da un professionista.

18 ottobre 2012 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca