Pignoramento fatto da banca e ceduto a recupero crediti

Indice dei contenuti dell'articolo


Pignoramento da parte della banca

Il pignoramento mi è stato fatto dalla banca ed è stato ceduto interamente ad un agenzia di recupero crediti.

Attualmente ho tre locali commerciali.

Due dei locali sono pignorati di cui uno è già stata rimesso ripetutamente all'asta , con questi la banca riuscirebbe a coprire tranquillamente il debito.

Il terzo locale commerciale,quello che forse riuscirò a vendere è libero da pignoramenti.

Il prezzo con cui lo sto vendendo è inferiore a quello di mercato perchè sono costretto per far fronte a questa situazione, il mio desiderio è quello di stipulare un accordo con la banca prima della vendita.

Se la banca accetta questo accordo la vendita rimane a rischio?

Devo chiedere un acconto in denaro per poi fare l'accordo con l'agenzia di recupero crediti?

Pignoramento e sovraindebitamento

In questo caso può ricorrere alla nuova legge sul sovraindebitamento. Se riesce a raggiungere un accordo con la banca, può anche vendere a prezzo di mercato e senza rischio di revoca.

Legga questo articolo.

26 Novembre 2012 · Chiara Nicolai


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Credito garantito da fideiussione ceduto da banca a società di recupero crediti
Nel 1998 io e altri 2 amici abbiamo fondato una s.n.c., e per avere un fido, abbiamo firmato una fideiussione bancaria. L'unico che poteva garantire in solido ero io perche avevo un immobile. Nel 2000 sono uscito dalla società per dissidi interni. Essendo la società con la banca in passivo non ho potuto togliere la fideiussione. Sapendo che i soci rimasti erano incompetenti, ho fatto una donazione dell'immobile a mia madre. Nel 2002 mi arriva una raccomandata dalla B.A.M. che mi avvisava di rientrare di circa 20 mila euro. Non avendo il capitale, non ho pagato, premesso che risultavo nullatenente ...

Aste giudiziarie nel processo esecutivo di recupero crediti
Le Aste Giudiziarie sono l'atto del processo esecutivo, disposto dal Giudice dell'Esecuzione su richiesta del creditore procedente, allo scopo di alienare forzosamente i diritti del debitore,  sui propri beni mobili ed immobili, al soggetto che risulta esser il maggior offerente. Il ricavato della vendita sarà ripartito a favore del creditore procedente e degli intervenuti nel rispetto delle cause di prelazione, al fine di soddisfare il loro diritto di credito rimasto inadempiuto. Il processo esecutivo inizia con l'atto di pignoramento che ha l'effetto di porre  i beni pignorati ad un vincolo di indisponibilità finalizzato alla liquidazione e alla soddisfazione del creditore. ...

Il pignoramento nel recupero crediti
Il pignoramento è'l'atto con cui il creditore avvia l'espropriazione coattiva a seguito della notifica, di un titolo esecutivo e di un precetto a cui il debitore non adempie. Disciplinato dal codice di procedura civile all'articolo 491 e seguenti (norme riformate dalla legge 80/2005 e 51/2006), è in pratica una ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni che sono oggetto dell'espropriazione e i frutti di esso. L'ingiunzione deve anche contenere: l'invito rivolto al debitore a fare dichiarazione di residenza -o ad eleggere domicilio- in uno dei ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento fatto da banca e ceduto a recupero crediti. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento fatto da banca e ceduto a recupero crediti Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 26 Novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 30 Novembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte