Il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i Suoi debiti sono di cospicua entità

Mio padre è deceduto un mese fa, io abito in un'altra regione e ho grossi problemi economici, il quinto dello stipendio trattenuto e una famiglia da mantenere,mio marito è disoccupato da tre anni, mio padre lascia solo la casa dove abitava con mia madre, ho tre sorelle e il notaio ha consigliato a mia sorella di farmi fare una rinuncia all'eredità a me e a mio figlio di 18 anni per evitare il pignoramento dell'abitazione, io abito in toscana, mio padre in puglia, possono veramente arrivare a pignorare l'abitazione e mettere a rischio la casa che per 2/3 è di mia madre e per 1/3 è mia e delle mie due sorelle

Il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i Suoi debiti sono di cospicua entità. Potrebbe essere pignorata solo la Sua quota di proprietà, ma in talune circostanze potrebbe essere pignorata anche l'intera proprietà del bene, salvo liquidare le quote degli altri proprietari dopo la vendita. Il suggerimento di rinunciare all'eredità ha pertanto un senso, ma pensi che nemmeno la rinuncia la mette al riparo al 100%, in quanto in linea teorica i creditori che se ne accorgessero potrebbero impugnare l'atto di rinuncia e chiederne la revoca.

Per fare una domanda  sul sovraindebitamento, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull'usura e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

21 marzo 2010 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il pagamento di un debito del defunto configura accettazione tacita dell'eredità
In tema di successioni per causa di morte, un pagamento transattivo del debito del de cuius, ad opera del chiamato all'eredità, configura un'accettazione tacita dell'eredità, non potendosi transigere un debito ereditario se non da colui che agisce quale erede. Ma, lo stesso adempimento eseguito con denaro proprio, ed in epoca ...
Presentare la dichiarazione dei redditi per conto del defunto comporta accettazione tacita dell'eredità
Il diritto di accettare l'eredità si prescrive in dieci anni e il termine decorre dal giorno dell'apertura della successione. Tuttavia, i chiamati che hanno rinunciato all'eredità possono sempre accettarla, anche tacitamente, se non è già stata acquistata da altri chiamati e senza pregiudizio per i diritti acquisiti da terzi sui ...
Rinuncia all'eredità - Si può sempre accettare successivamente
L'atto di rinuncia all'eredità deve essere rivestito di forma solenne (dichiarazione resa davanti a notaio o al cancelliere e iscrizione nel registro delle successioni). E' escluso che la rinuncia all'eredità possa essere fatta mediante scrittura privata autenticata. La rinuncia all'eredità non fa venir meno la delazione (cioè la messa a ...
Rinuncia all'eredità del debitore fallito
Com'è noto, il codice civile (articolo 524) prescrive che, se il debitore rinuncia ad una eredità con danno dei suoi creditori, questi possono farsi autorizzare ad accettare l'eredità in nome e luogo del rinunziante, al solo scopo di soddisfarsi sui beni ereditari fino alla concorrenza dei loro crediti. Il diritto ...
Eredità di un immobile - Se il defunto lascia al debitore il diritto di abitazione il creditore non può esperire azione revocatoria della rinuncia alla riduzione della quota di legittima
Supponiamo che il debitore accetti il diritto di abitazione, a lui destinato nel testamento, e rinunci a promuovere nei confronti dei coeredi testamentari dello stesso immobile caduto in successione, ogni azione di riduzione per lesione della quota di legittima. In questo modo, il debitore preclude al creditore la possibilità di ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i suoi debiti sono di cospicua entità. Clicca qui.

Stai leggendo Il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i Suoi debiti sono di cospicua entità Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 21 marzo 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca